Strategia aree interne: confronto tra Lombardia e delegazione statale

“Questo momento istituzionale è stato un’occasione per confrontarsi sulle modalità con cui procedere alla definizione dei progetti all’interno delle due nuove Aree Interne selezionate da Regione Lombardia”. A dichiararlo è il sottosegretario alla Presidenza Ugo Parolo, responsabile per Regione Lombardia della Strategia Aree Interne, a margine dell’incontro tenutosi ieri, a Palazzo Lombardia, alla presenza del Comitato Tecnico Aree Interne, dall’onorevole Enrico Borghi (incaricato a seguire la Strategia Aree Interne per conto della Presidenza del Consiglio dei Ministri) e di una rappresentanza qualificata di Regione Lombardia, che ha visto la partecipazione degli assessori regionali Gianni Fava (Agricoltura) e Mauro Parolini (Sviluppo economico), con i direttori generali delle strutture coinvolte.
VOLONTÀ DI FINANZIARE NUOVE AREE – “Sono molto soddisfatto – spiega il sottosegretario -, perché è stato un confronto positivo, in cui è emersa la volontà, sia da parte di Regione Lombardia che da parte dell’onorevole Borghi, e quindi del Governo, di procedere nella direzione fin qui intrapresa, valutando la possibilità di individuare finanziamenti aggiuntivi per sovvenzionare ulteriori aree interne lombarde”.
UN IMPEGNO DI 64 MILIONI – “Ho avuto modo – chiosa Parolo – di sollecitare e rimarcare l’importanza di arrivare, in tempi brevi, alla firma dell’Accordo di Programma Quadro per le prime due aree già selezionate e che hanno concluso la progettazione, quella dell’Alta Valtellina e della Valchiavenna. Questa firma, infatti, permetterebbe di dare avvio concreto ai lavori delle opere convenute e renderebbe esecutivi i finanziamenti stanziati. Nel contempo con i Focus territoriali parte ufficialmente il lavoro di confronto e proposta nei territori selezionati (Oltrepo Pavese e Alto Lario-Valsassina) per le due nuove aree interne. L’impegno di Regione Lombardia sulle quattro aree complessive è rilevante e pari a 64 milioni di euro a valere sui Fondi Europei assegnati alla Regione. L’obiettivo è chiudere la progettazione delle nuove strategie entro l’estate 2017”.
COLLABORAZIONE REGIONE-GOVERNO – “E’ doveroso – conclude il sottosegretario – ringraziare, per la loro presenza, l’onorevole Enrico Borghi, che ha assunto il nuovo incarico di responsabile politico per conto del Governo nella gestione della Strategia Aree Interne, il Comitato Tecnico presieduto dalla dottoressa Sabrina Lucatelli, nonché la partecipazione degli assessori Fava, Parolini e dei direttori generali, che hanno collaborato in maniera fattiva per garantire il finanziamento delle quattro aree interne lombarde”.
ENRICO BORGHI – “Il lavoro congiunto tra il Comitato nazionale aree interne e Regione Lombardia – commenta l’On. Borghi – sta producendo risposte importanti, in grado di dare concretezza all’attuazione della strategia in un territorio regionale di indubbio riferimento. La SNAI è imperniata sulle caratteristiche dell’innovazione, della sussidiarietà e della cooperazione istituzionale, tematiche che in Lombardia sono particolarmente sviluppate, e credo non sia un caso che proprio qui stiamo per sottoscrivere i primi Accordi di Programma Quadro in grado di mobilitare importanti risorse. Per parte nostra vi è piena disponibilità a rafforzare la collaborazione operativa, per giungere anche un’implementazione degli ambiti di sperimentazione della strategia sul territorio lombardo, dal quale ci attendiamo molto in termini di capacità innovativa, qualità dei progetti di sviluppo sostenibile e ammodernamento delle governance locali”.

redazione

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews