A Trivigno e sul monte Padrio per ammirare metà delle Alpi

Nelle foto allegate la dimostrazione di quale eccezionale balconata sulle Alpi sia la zona di Trivigno e del monte Padrio sovrastante. Non essendoci ostacoli naturali a ovest, dove l’ampio solco della Valtellina e poi i più modesti rilievi comaschi consentono alla vista di spaziare in quella direzione, si possono ammirare, dopo la splendida catena delle Alpi Orobie a sud, le vette più elevate delle Alpi, cominciando dal Rosa e passando per il Cervino, il gruppo del Bianco, il Dom e parte delle altre Alpi vallesane. Delle Alpi Retiche si apprezzano almeno lo Scalino e benissimo il gruppo del Bernina, il magnifico 4.000 di Lombardia, coi suoi ghiacciai del versante sud, i due Scerscen in particolare. A est, poi, impressionanti i contrafforti del gruppo Baitone-Adamello.
Ovviamente, per godere della miglior vista, ci vuole che l’aria sia tersa. Come succede, ad esempio, il giorno dopo la pioggia o la neve e preferibilmente di mattina o di sera. Conferma di quest’ultima opzione la splendida foto di Alessandro Negri allegata. Le altre foto sono del sottoscritto.
Raggiungere Trivigno (1.800), per i pochi che non lo sanno, è facilissimo da Aprica in auto. Il M. Padrio (2.150) richiede solo un supplemento di salita a piedi di circa 45′.

Antonio Stefanini

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews