Livigno, sculture nel ghiaccio: il team di Vania Cusini terzo al festival di Harbin

Quello di Harbin, città del nord della Cina, al confine con la Siberia, è uno dei più famosi festival di scultura del ghiaccio e della neve; un evento davvero unico a cui prendono parte ogni anno squadre di artisti provenienti da tutto il mondo. All’edizione 2016, andata in scena dal 10 al 14 gennaio, ha partecipato anche la squadra guidata dall’artista di Livigno Vania Cusini che ha conquistato il terzo posto.
“Ad Harbin – racconta Vania – si realizzano intere città di neve e ghiaccio, creando un’atmosfera incantata grazie anche a giochi di luce. Tutto incredibilmente grande e affascinante”.
A questa edizione hanno preso parte 27 squadre provenienti da tutto il mondo: Italia, Francia, Spagna, Polonia, Canada, Nuova Zelanda, Russia, Malesia, Indonesia,  Mongolia, Cina.

Ogni squadra aveva un cubo di neve di 4 di lato da trasformare in una scultura; il tema era libero e Vania con il suo team ha proposto TRAVEL OF LIFE
“Le valige in bilico rappresentano la metafora del viaggio della vita. Partenze, arrivi, pause, paure, parole dette, parole ascoltate, incontri, esperienze, culture da scoprire, fatiche, curiosità, visi, sorrisi, sguardi … La vita è un continuo viaggio!! Viaggi fatti, viaggi immaginari … sogni, aspettative, rivelazioni, coincidenze …
Accanto a Vania Cusini caposquadra, hanno lavorato Lidia Viganò (artista che lo scorso anno ha partecipato con Vania al festival in Russia), Jonar Garavatti (marito di Vania) e Matteo Rigamonti  (marito di Lidia). Come detto, il ha conquistato il terzo posto.
“Per noi – ci dice Vania – è stata una grande soddisfazione aver preso parte alla rassegna; soprattutto perché è un posto dove viene valorizzata l’arte, dove puoi vedere interi villaggi di neve e ghiaccio e quindi opere enormi! Il competere con artisti provenienti da altre parti del mondo è il miglior modo per crescere artisticamente. E’ stata davvero un’esperienza unica. Siamo pure arrivati terzi e questo direi che è una bella carica che continua a far crescere: credere in quello che faccio in un paese dove l’arte… è un po’ accantonata!!!”.

red

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews