Desdacia Tellini: per il Natale 2013 un concerto… “in famiglia”!

L’annuale concerto di Natale che il Desdacia Tellini sabato 14 dicembre 2013 ha offerto alla città di Sondrio ha dato l’impressione di un concerto “in famiglia”. Almeno a giudicare dall’atmosfera che via via si è creata ed è esplosa nel finale. Le premesse c’erano tutte: la chiesa di San Rocco particolarmente cara al Desdacia, la presenza della famiglia salesiana sempre disponibile, il coinvolgimento degli allievi della classe 4^ della scuola primaria “Camilla Cederna” di Montagna Piano e il supporto delle rispettive famiglie. Quest’anno, con la scelta del concerto in San Rocco, il Desdacia ha voluto dare il suo contributo alle celebrazioni in corso, per ricordare i 500 anni di fondazione di questa chiesa, che fa parte della Collegiata di Sondrio. Mentre la partecipazione degli scolari va interpretata come un riconoscimento del Coro all’Istituto Comprensivo Sondrio-Centro, per la sensibilità dimostrata nei confronti della musica e del canto, disciplina potenziata con un progetto nell’ambito della propria offerta formativa. I tredici allievi, sotto la guida dell’insegnante Nadia Rampellini, non solo hanno introdotto i vari brani del coro con la lettura di poesie e testi appropriati, ma hanno anche eseguito due canzoni insieme al Desdacia. Il repertorio è stato quello classico del Natale fra sacro e profano con l’eccezione del “Ned I Vester”, un canto di ringraziamento della tradizione popolare norvegese e di “Carezze”, di Marco Maiero, in prima assoluta in pubblico, e che farà parte del nuovo CD di prossima pubblicazione. Il coinvolgimento massimo del pubblico c’è stato con l’esecuzione del “Jesus gave me water”, grazie all’entusiasmo contagioso del Maetro Diego Ceruti. Dopo i saluti delle autorità presenti, il Direttore dei Salesiani Don Enzo Dei Cas e il Rettore della chiesa di San Rocco Don Franco Rustighini hanno offerto al Coro e agli allievi una pregevole pubblicazione sulla storia della chiesa di San Rocco, degli autori Gianmario Bonfadini e Massimo Romeri e curata da Angela Dell’Oca. La serata s’è conclusa all’esterno con lo scambio degli auguri, attorno ad un ceppo acceso con vin brulé e panettone per tutti.

Felice Piasini

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews