Iniziata con il torneo di Livigno via la nuova stagione del rugby in Valtellina

LIVIGO – E’ come un rito magico che si ripete nelle trepidanti mattinate che precedono una partita di rugby sul campo “La Tresenda” di Livigno.

Ogni gesto viene compiuto come si trattasse di una cerimonia. Bisogna coprire i pali con i cuscini di protezione, sistemare la bandierine che segnalano i limiti del campo, gonfiare i palloni, distribuire le maglie ai giocatori, decidere la formazione… La prima volta di qualcosa si porta sempre dietro tanta attesa, un po’ di tensione e qualche dubbio. La seconda edizione del Trofeo Alpino è il primo appuntamento della nuova stagione del Rugby Livigno, al via ufficiale il 6 ottobre con l’inizio dei campionati di Serie C e Serie B ed è la prima volta della “nuova” mischia, con le nuove regole d’ingaggio: i giocatori imparano a memoria, come fosse una preghiera, i nuovi ordini dell’arbitro crouch, touch, set… a ogni comando bisogna saper rispondere con i gesti nel modo corretto…
Il torneo è come un incantesimo ben riuscito: organizzato dal Rugby Livigno per la prima volta l’anno passato per inaugurare il nuovo terreno da gioco, quest’anno è il pretesto per festeggiare l’inizio della nuova stagione. Al campo si presentano in perfetto orario tutte le squadre invitate, ad eccezione del Valtellina Rugby Sondalo che all’ultimo istante annulla la propria partecipazione al torneo. Sondrio, Delebio, Seregno e Livigno si sfidano in un girone all’italiana per determinare, in base alla classifica, le partecipanti alla finale che assegna il trofeo.  Il divario fra il Sondrio, iscritto al campionato di Serie B, e le altre formazioni è notevole e il passaggio del turno è cosa certa per i sondriesi. Molto più interessante la battaglia per la seconda posizione: Delebio e Livigno battono entrambe il Seregno e si trovano a giocarsi tutto nello scontro diretto, in una partita combattutissima e accesissima che si decide soltanto nei secondi finali, come per magia; un calcio di punizione regala la vittoria ai padroni di casa, che hanno l’onore di sfidare i campioni del Sondrio nella finale del tardo pomeriggio. Galvanizzati dalla vittoria sul filo di lana contro il Delebio e dall’entusiasmo i ragazzi di Paolo Parigi, allenatore e presidente del Rugby Livigno, affrontano e perdono a testa alta contro i più quotati avversari. Il secondo Trofeo Alpino (Sondalo aveva vinto la prima edizione) va quindi a Sondrio.
La cerimonia di premiazione si svolge al fuoco del falò degli Sdracius, l’immancabile appuntamento dell’autunno livignasco che attira curiosi e appassionati di musica rock da ogni parte del Nord Italia. L’evento tanto atteso e sempre molto ben organizzato è il pretesto per i giocatori delle quattro squadre invitate al torneo per festeggiare insieme in un terzo tempo lungo quanto un’intera notte.

I RISULTATI

  • Rugby Livigno – Sondrio Rugby 0-63
  • Delebio Rugby – Seregno Rugby 10-5
  • Rugby Livigno – Seregno Rugby 12-7
  • Sondrio Rugby – Delebio Rugby 21-0
  • Sondrio Rugby – Seregno Rugby 28-5
  • Rugby Livigno – Delebio Rugby 17-15

La Finale: Rugby Livigno – Sondrio Rugby 5-15

A cura di Manuel

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews