La premiazione

La premiazione

SONDRIO – Con il progetto “Le Torri della Magnifica Terra” la classe IV Tecnico Servizi Turistici dell’IPSAR D. Zappa di Bormio si è aggiudicata uno dei tre premi messi in palio dal Distretto Culturale della Valtellina nell’ambito del concorso Il Paesaggio Costruito, Paesaggio e Beni Culturali e Civili in Valtellina, riservato alle scuole primarie e secondarie provinciali allo scopo di potenziare e diffondere una maggior conoscenza e comprensione del paesaggio come presupposti necessari per una sua consapevole valorizzazione.

La consegna dei premi è avvenuta a Sondrio, nella sala Vitali del Credito Valtellinese, e ha visto la presenza della  IV dell’Istituto Zappa accompagnata dall’insegnante coordinatrice Francesca Vaghi. Queste le motivazioni della giuria che ha assegnato il premio alla classe dell’istituto bormino.
“… il soggetto trattato è originale, ispirato a una caratteristica del borgo unica nella nostra provincia, quella delle tanti torri di cui sopravvivono oggi vari esempi. Ne è stato colto il valore identitario, valorizzando il rapporto uomo – natura. L’argomento è stato sviluppato in maniera vivace e genuina, ma anche precisa e completa grazie alle interviste allo storico Ilario Silvestri, offrendo un prodotto in grado di condurre alla scoperta dell’architettura fortificata di Bormio il visitatore anche straniero essendo testo tradotto anche in inglese e tedesco”.
Al concorso hanno aderito 23 Istituti Scolastici con 654 studenti di 28 classi e 71 adulti fra insegnanti e dirigenti. Sono stati presentati 20 elaborati di cui nove dalla scuola primaria, otto dagli istituti secondari di primo grado e tre dagli istituti secondari di secondo grado che sono poi stati valutati da una Commissione composta da rappresentanti della Fondazione Gruppo Credito Valtellinese e degli enti patrocinatori. Esperti del CAI Sezione di Sondrio, della Delegazione di Sondrio del FAI, dell’Istituto Italiano dei Castelli, della Società Storica Valtellinese, della Società Economica Valtellinese, del Museo Valtellinese di Storia e Arte, della Fondazione L. Bombardieri, dell’Ufficio Scolastico Territoriale hanno dunque esaminato, ciascuno a seconda della tematica e in riferimento alle proprie competenze, i lavori presentati che sono stati giudicati tutti degni di merito per l’impegno, l’attenzione e il coinvolgimento personale degli alunni e molti sono stati apprezzati per l’accuratezza di dettagli, la creatività e fantasia nelle modalità di presentazione, oltre alla completezza e alla chiarezza espositiva. In riferimento alle indicazioni del bando di concorso sono stati privilegiati gli elaborati che si rivolgono ad un pubblico di bambini e ragazzi coetanei degli autori e che si riferiscono a beni culturali meno noti, ma caratterizzati da alto valore identitario e presentati anche ad un’utenza straniera per favorire l’integrazione interculturale. La Commissione di valutazione ha definito all’unanimità i tre vincitori, uno per ciascuna categoria di concorso. I tre progetti vincenti sono : “Da Pendolasco: una torre da scoprire” realizzato dalle classi III°, IV° e V° della Scuola primaria “G. Rodari” di Poggiridenti dell’Istituto Comprensivo Sondrio Centro,  “Fracaiolo, Gombaro e l’amico (nemico) Mallero” realizzato dalla classe II° A dell’Istituto Secondario di 1° grado “G. P. Ligari” dell’Istituto Comprensivo Sondrio Centro e, appunto, “Le torri della Magnifica Terra” realizzato dalla classe IV° TST dell’Istituto Secondario di 2° grado I.P.S.A.R. “D. Zappa” di Bormio.

Fulvio D’Eri

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?