Al lavoro per il Giro 2011 in Valtellina

Al lavoro per il Giro 2011 in Valtellina

SONDRIO – Tabella di marcia rispettata e, come annunciato nelle scorse settimane, sopralluoghi effettuati e riscontri positivi da parte della Rai e di Rcs Sport. Nella giornata di mercoledì 3 novembre 2010 una ventina di persone dei diversi staff organizzativi, locali e non, si sono date appuntamento per definire tutti i dettagli operativi delle due tappe valtellinesi in programma a maggio del prossimo anno.

Fondamentale nelle azioni di verifica il ruolo del Consorzio Turistico Provinciale di Sondrio che coordina i rapporti con Rai ed Rcs Sport e che supporta i comitati di tappa. A Sondrio e Morbegno sono state fornite alcune indicazioni utili per valorizzare al meglio l’evento dal punto di vista della promozione turistica.
L’incontro si è svolto nella Sala Consiglio di Palazzo Muzio alla presenza dell’Assessore provinciale al Turismo e allo Sport Alberto Pasina accompagnato dal responsabile eventi del Consorzio Turistico Provinciale Gigi Negri e degli amministratori del Comune di Sondrio, Alfio Sciaresa (Assessore al Turismo) e Omobono Meneghini (Assessore allo Sport), e del Comune di Morbegno con il Vicesindaco Mauro Monti.
Rispetto all’esito dell’incontro e dei rispettivi sopralluoghi ora è possibile confermare che: a Sondrio la tappa si concluderà in via Tonale (all’altezza dell’autostazione dell’Stps), mentre la carovana ripartirà da Morbegno e più esattamente, così come in passato, da Piazza S. Antonio. La notizia più importante – spiega a tale proposito l’Assessore Pasina – è quella di aver definito anche l’ultimo tratto di strada che percorreranno i ciclisti prima di arrivare nel capoluogo valtellinese. La Carovana Rosa, infatti, non sfilerà lungo la Statale 38 – annuncia Pasina – ma all’altezza di Tresenda si dirigerà verso Teglio per percorrere la strada panoramica che attraversa i vigneti terrazzati del versante retico. Il grande valore aggiunto di questa operazione – conclude l’Assessore di Palazzo Muzio – è che milioni di telespettatori in tutto il mondo potranno scoprire e apprezzare uno degli angoli più suggestivi e caratteristici del nostro paesaggio che, auspico, possa presto essere riconosciuto quale patrimonio mondiale dell’umanità.
Con questa variazione sono così state accolte le richieste del Presidente della Comunità Montana di Sondrio Tiziano Maffezzini e dello stesso Assessore provinciale Alberto Pasina che già in fase di candidatura avevano suggerito di poter dare ampio spazio e visibilità agli scorci più nascosti e più caratterizzanti della valle.

Ufficio Stampa Provincia di Sondrio

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?