Mattia Capetti: meta numero 1.000 per Sondalo

Mattia Capetti: meta numero 1.000 per Sondalo

SONDALO – Tre belle vittorie per il Rugby Sondalo che è tornato a giocare con tutte le sue squadre sul campo di casa (per il momento il vecchio campo dell’oratorio). Ma in questa seconda domenica di marzo c’è una notizia salutata con grandi applausi: nella partita degli Under 15 Mattia Capetti ha messo a segno la meta numero 1.000 per il Valtellina Rugby in gare ufficiali di categoria.

Il commento della giornata dell’8 marzo affidato ad Aldo Simonelli

SERIE C

VALCARRI – CESANO BOSCONE 58-0 (p.t. 27-0)
VALCARRI: Rodigari (56′ M. Balgera, 70′ M. Cossi), Sassella, Della Bosca, P. Cossi (75′ D. Marsland), Armanasco, A. Balgera, Manzolini, Gianoli, R. Cossi, Sinclair (41′ Pedranzini), S. Cecini (60′ Zanoli), Lucini (41′ Gasperi), Pini (70 Cusini), N. Dal Pozzo, I. Dal Pozzo.
Allenatore: Davide Pozzi
Marcatori: 5′ e 10′ m. Pini, 24′ m. R. Cossi tr. Rodigari, 38′ m. S. Cecini tr. Rodigari, 40′ c.p. Rodigari, 42′ m. Della Bosca, 50′ m. Pedranzini, 55′ m. R. Cossi, tr. Rodigari, 69′ m. P. Cossi tr. Sassella, 77′ m. Manzolini tr. Sassella
Note: Vittoria facile per la formazione della Valcarri contro un Cesano Boscone abile ad ingarbugliare il gioco ma incapace di costruire azioni offensive degne di nota. Per venire subito a capo della gara i valtellinesi hanno dapprima abbattuto la roccaforte avversaria con le incursioni vincenti degli avanti, andando in meta con gli arieti Pini e Roberto Cossi. Poi il gioco si è fatto più arioso e c’è stato spazio anche per i trequarti, nonostante si giocasse sullo stretto campo parrocchiale. Sul piano tecnico non è stata una gara avvincente, tanta era la differenza dei valori in campo. In alcune fasi i padroni di casa si sono lasciati invischiare nel gioco ostruzionistico degli ospiti e la partita ne ha risentito. Quando invece riuscivano a dare ordine alla manovra, gli uomini di Pozzi confezionavano brillanti azioni alla mano. In una gara simile c’è stata gloria per tutti ed il tabellino annoverava alla fine ben sette marcatori diversi, con un plauso per il giovane Pietro Cossi, eletto Man of the Match per le sue elettriche accelerazioni e per i suoi placcaggi da manuale. Soddisfatto della prestazione dei suoi il coach Pozzi, come sempre di poche parole : “Bene quando abbiamo dato respiro alla manovra, maluccio quando ci siamo intestarditi in sterili duelli uno contro uno”. La confortante prestazione di oggi è di buon auspicio per la gara di domenica prossima quando a Sondalo salirà il Monza, l’imbattuta capolista del girone.
Prossimo appuntamento: domenica 15 marzo a Sondalo h. 14.30: VALCARRI – MONZA (recupero)

UNDER 17

VALCARRI – LECCO 22-0 (p.t. 7-0)
VALCARRI: Rastelli, R. Cossi, Piani, Terzaghi, Ghilardi (36′ A. Cossi), Cataldo, Codazzi, Pruneri, Caspani, Pedranzini, Rovati, Cabassi, Biancotti, Menini, Maffenini. (17. Besseghini)
Marcatori: 23′ m. Biancotti tr. Rastelli, 40′ m. Pedranzini tr. Rastelli, 45′ c.p. Rastelli, 60′ m. Terzaghi
Allenatori: Marco Baldaccini e Sid Sinclair
Note: Pronto riscatto per l’Under 17 della Valcarri che sul proprio terreno di gioco ha avuto ragione di un coriaceo Lecco. All’andata i lariani avevano battuto i valtellinesi con un perentorio 46-14, per cui la gara si presentava alquanto difficile e così si è confermata. C’è voluta una prestazione sopra le righe di tutti i ragazzi di Baldaccini e Sinclair per ottenere il risultato pieno. Peccato solo che una ingenuità in attacco abbia fatto mancare la marcatura della quarta meta che serviva per il punto di bonus. Finalmente in formazione completa, con anche due riserve in panchina, Terzaghi e compagni hanno messo alla frusta gli ospiti, bloccando le loro manovre e ribattendo colpo su colpo. La marcatura era nell’aria da una parte o dall’altra, ma c’era sempre un intervento all’ultimo momento che manteneva la parità nel punteggio e nel gioco. C’è voluta un’azione di forza di Rudy Biancotti per scardinare la difesa lariana al 23′, poi la gara è proseguita in sostanziale equilibrio. Nella ripresa i valtellinesi partivano subito alla carica e da una bella pressione degli avanti nasceva la meta di Pedranzini. La trasformazione di Rastelli ed un successivo calcio piazzato dello stesso Rastelli davano tranquillità ai sondalini, che una volta messo al sicuro il risultato provavano ad ottenere anche il punto di bonus, ottenendo però solo una meta con Terzaghi. “Ottima prestazione che fa il pari con quella di Varese di domenica scorsa. Questa volta è arrivata anche la vittoria con una squadra di buon livello. Il fatto di poterci allenare con continuità ci permette di crescere partita dopo partita. Sono quindi convinto che questa squadra ci darà altre soddisfazioni”. Ha dichiarato Sid Sinclair a fine gara.
Prossimo appuntamento: domenica 8 marzo a Rho h. 12.30: RHO – VALCARRI

UNDER 15

MAC ARTHUR – VARESE 80-5 (p.t. 59-0)
MAC ARTHUR: Guglielmin, Muscetti, Guerra, Modolo, Capetti, Parolo (31′ De Rossi), R. Greco, Pedrana, Rossi (31′ Togni), Cossi, Trabucchi, Scarì, Lucchini, Russo, Romani (18 E. Greco).
Allenatore: Guido Dal Pozzo
Marcatori: 4 m. Capetti, 2 m. R. Greco e Rossi, 1 m. Guerra, Pedrana, Cossi, Guglielmin, 10 tr. R. Greco.
Note: In una domenica che ha visto tutte le formazioni del Valtellina Rugby in grande spolvero, a Sondalo paga pesantemente dazio anche l’Under 15 del Varese travolta 80-5 dai “terribili” ragazzi di Dal Pozzo. La formazione ospite ci ha messo del suo presentandosi in valle con solo tredici elementi, quindi la gara che già si presentava facile è diventata una passeggiata. L’unico problema di Dal Pozzo è stato quello di riuscire a mantenere gli equilibri, perché, spiega il coach: “Giocare in superiorità numerica ti costringe a rivedere l’assetto tattico schierando alcuni giocatori in ruoli non di loro competenza ed è quindi facile creare confusione sul campo”. Consapevoli di questo, i sondalini hanno disputato un buon primo tempo, alternando immancabili azioni personali ad altre più manovrate che hanno fruttato ben nove mete. Nella ripresa, con il risultato abbondantemente sopra i cinquanta punti, sono saltati alcuni meccanismi come la capacità di rimanere concentrati e lo spirito combattivo, perciò la gara si è fatta poco piacevole, ricca di errori e di testardaggine nel voler concludere personalmente azioni che invece dovevano coinvolgere la squadra. Di questo calo di concentrazione ha approfittato il Varese che ha limitato i danni ed ha saputo cogliere la meritata meta della bandiera.
Prossimo appuntamento: domenica 15 marzo a Sondalo h. 12.30: MAC ARTHUR – SEREGNO (recupero)

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?