Assemblea Comunità Montana Alta Valtellina

Assemblea Comunità Montana Alta Valtellina

BORMIO – Sono 16 i progetti proposti dalla Comunità Montana Alta Valtellina per ottenere i finanziamenti previsti dalla legge regionale 27/2007 (la legge lombarda che finanzia interventi specifici a favore delle popolazioni e delle comunità della montagna); complessivamente prevedono un impegno di complessivi 3.3 milioni di euro sui quali sono stati richiesti 2.2 milioni di contributi. Sulle proposte presentate la Regione Lombardia dovrebbe esprimersi proprio in questi giorni.

Le prime indicazioni giunte agli uffici di Palazzo Pretorio a Bormio parlano di quasi 1.8 milioni di risorse a disposizione per finanziarie i progetti proposti. Della iniziale scheda con 16 programmi di intervento articolati su tutto il territorio dell’Alta Valtellina vengono stralciati gli ultimi, ovvero quelli che hanno ottenuto il minore punteggio in sede di istruttoria iniziale.
Il progetto di maggiore interesse su cui fa leva l’ente comprensoriale dell’Alta Valtellina riguarda l’accoglienza e la promozione turistica. L’impegno è di 240.000 euro (150.000 la richiesta di contributo) per avviare il progetto che dovrebbe portare alla creazione di una struttura unica e coordinata per la promozione turistica e per l’organizzazione di accoglienza ed informazione. Un progetto a cui si sta lavorando già da qualche mese e dovrebbe portare alla creazione di una sorta di Agenzia Turistica per il territorio che fa capo alla Comunità Montana dell’alta valle.
Stesso import di progetto e 170.000 euro di finanziamento regionale per i cosiddetti “contratti di protezione territoriale e ambientale”, ovvero progetti di sostegno mirato  all’economia agricola di montagna. In graduatoria questi due progetti hanno ottenuto lo stesso punteggio, al pari del programma di potenziamento del sistema informativo sovra comunale dell’Alta Valtellina (155.000 euro con richiesta di contributo pari a 100.000).
Accanto ai tre progetti di carattere sovra comunale, ve ne sono altri 13 che sono stati proposti dai comuni del comprensorio e che vi segnaliamo così come inseriti nella graduatoria. La sistemazione della via XX Settembre a Sondalo (125.000 di progetto); la riqualificazione di piazza XXV Aprile e la pavimentazione di via Vanoni sempre a Sondalo (187.000); il collegamento della pista ciclabile con via Saroch a Livigno (300.000 euro); l’allargamento della strada per Madonna dei Monti a Paris (250.000 euro); il recupero ed il restauro dei Forni a Premadio in Valdidentro (550.000 euro); la realizzazione di una struttura (chiosco e magazzino interrato) a fini turistici a Cepina in Valdisotto (88.000 euro); la realizzazione del sottopasso pedonale della via Borch a Livigno (200.000 euro); il prolungamento della pista ciclabile e il sottopasso all’incontro Pond da li Pont e via Pemont a Livigno (160.000 euro); interventi di miglioramento viabilistico sulla via Fratel Giosuè a Valdisotto (200.000 euro).
Restano per il momento fuori graduatoria (o parzialmente fuori graduatoria) il tetto di Palazzo Murchi a Bormio, il recupero di vani accessori alla latteria di Bormio, la ristrutturazione degli uffici turistici di Bormio e l’adeguamento delle sale di Palazzo de Simoni per finalità turistiche.

Armando Trabucchi

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?