SONDRIO – Il progetto “Tutti a scuola per costruire il futuro”, rivolto ai bambini dell’Afghanistan, è promosso dall’Istituto del Nastro Azzurro (Federazione Provinciale di Sondrio) in collaborazione con l’Associazione Nazionale Carabinieri (Coordinamento Provinciale di Sondrio), il 105° Club Frecce Tricolori Valtellina e Valchiavenna ed il Corpo Militare della Croce Rossa; con il patrocinio della Prefettura e della Provincia di Sondrio, dei Comuni di Sondrio, Morbegno, Tirano e Bormio ed il sostegno del Comando Provinciale di Sondrio dei Vigili del Fuoco, nella loro qualità di GOODWILL AMBASSADORS dell’UNICEF.


Il progetto, che verrà proposto sino al 12 aprile, è teso a promuovere una raccolta di materiale scolastico da inviare in Afghanistan per il tramite dei reparti impegnati nell’operazione di pace ISAF, i quali provvederanno, poi, alla distribuzione nella zona di competenza del contingente italiano. In particolare tale azione verrà svolta attraverso i PRT (Provincial Reconstruction Team) che ben conoscono le realtà del territorio e possono meglio individuare le strutture scolastiche locali a cui destinare il materiale raccolto.
Nello svolgimento del progetto sono state coinvolte le scuole della Provincia di Sondrio – la cui risposta è stata ottima – in quanto appare logico e costruttivo che siano gli stessi bambini e ragazzi a contribuire con un piccolo aiuto al fine di consentire ai loro coetanei di andare a scuola, primo ed importante passo per poter pensare alla rappacificazione di quel tormentato Paese, da oltre vent’anni coinvolto in conflitti di ogni genere. Lo sviluppo e l’incremento delle scuole (cui l’Italia sta contribuendo in maniera determinante soprattutto nella zona di Herat con il progetto “three school in each district”) può avere solo effetti positivi sulla situazione afgana.
“L’insieme dei due eventi, infatti, consentirà – spiega Alberto Vido, presidente dell’associazione provinciale del Nastro Azzurro – certamente un aumento del livello culturale delle nuove generazioni ed il conseguente auspicabile abbandono delle armi che, oggi, costituiscono per molti giovani l’unica soluzione per sopravvivere, vuoi per scelta, vuoi per imposizione da parte di soggetti terzi. La nostra iniziativa, pertanto, vuole favorire per quanto possibile questa importante fase di alfabetizzazione dei giovani afgani attraverso la donazione di materiali che le loro famiglie non possono permettersi di acqui-stare in ragione dell’estrema miseria in cui vivono, impedendo così ai giovani di poter frequentare le lezioni. Bambini e ragazzi, di entrambi i sessi, infatti, rappresentano il futuro del loro Paese e, se avranno la possibi-lità di frequentare la scuola, potranno acquisire capacità e conoscenze fondamentali per partecipare con co-scienza alla ricostruzione e rappacificazione del loro Paese”.
Accanto alle scuole, ovviamente, potranno contribuire al successo dell’iniziativa anche i privati cittadini, ra-gion per cui l’organizzazione ha deciso di prendere contatto con cartolerie (che hanno aderito numerose) ed altri negozi – come da allegato elenco (di cui si auspica la pubblicazione)- che possano essere dei punti di riferimento per le donazioni di materiale. Per ora questi punti di riferimento sono concentrati soprattutto nei Comuni capoluogo di mandamento, ma ogni collaborazione che si volesse aggiungere sarà certamente ben gradita e chi volesse contribuire allo sviluppo del progetto può mettersi in contatto con la Federazione al n° 333.2145761 (alla stampa chiediamo cortesemente di indicare se possibile tale contatto).
Ciò detto si vuole pubblicamente ringraziare tutti coloro che hanno collaborato alla diffusione dell’iniziativa. Di seguito presentiamo l’elenco di negozi e rivendite che hanno aderito e sostengono il progetto come punti di riferimento per le donazioni dei materiali

  • SONDRIO
    • Cartoleria Lenoci e De Peverelli (Sondrio Città e Castione Andevenno)
    • Cartoleria Bertacchi di Lenoci Vito
    • Cartoleria Bissoni
    • Cartoleria Pisani – Registri Buffetti
    • Cartoleria COPYCAD
  • MORBEGNO
    • Cartoleria Magoni
    • Cartoleria Magoni – Cosio Valtellino
    • Circolo Culturale Filatelico Numismatico Morbegnese (punto di raccolta)
  • TIRANO
    • Negozio Modarte (punto di raccolta)
    • Circolo Filatelico e Numismatico Tiranese (punto di raccolta)
    • Cartoleria Marcom
  • BORMIO
    • Cartolibreria Pradella di Pradella Carla
    • Cartolibreria Majori Carlotta
    • BCE Via XXV Aprile
  • ALTA VALLE
    • Supermarket “GURINI” Isolaccia – Valdidentro
    • Cartolibreria Gritti Rosetta – Valdisotto
  • CHIAVENNA
    • Sezione Associazione Nazionale Carabinieri

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?