VIENNA – Nelle speranze della vigilia c’erano un paio di podi; speranza alimentata dalle prestazioni delle ultime due prove di coppa del mondo disputate in Europa. Invece dalla rassegna mondiale individuale di Vienna la squadra azzurra si deve accontentare, come miglior prestazione, del quinto posto della staffetta femminile e deve recriminare non poco per la squalifica patita in finale dal quartetto maschile che pure chiude al quinto posto. Quartetto che sino a 10 giri dalla fine ha lottato quasi alla pari con Cina, Stati Uniti e Giappone, facendo sperare in una medaglia.

La rassegna iridata di Vienna era iniziata non bene per i colori azzurri. I 1.500 metri avevano regalato qualche soddisfazione nel corso della stagione; non così ai mondiali con Arianna Fontana che non va oltre le semifinali chiudendo al 14° posto con Cecilia Maffei 27^. Tra i maschi 12^ posizione finale per Nicola Rodigari (con il secondo tempo di qualificazione) mentre Yuri Confortola finisce lontano anche a causa di una squalifica. Niente da fare per la staffetta femminile in semifinale. Arianna Fontana, Cecilia Maffei, Martina Valcepina e Katia Zini non ce l’hanno fatta contro Stati Uniti e la Cina; fuori dalla finale le azzurre sono quinte e il risultato non è del tutto da disprezzare.
Dai 500 metri si poteva sperare in un acuto. Squalifiche, non sempre giustificate o giustificabili, hanno penalizzato più di quanto ci si potesse aspettare i nostri ragazzi. Solo la staffetta maschile è riuscita a fare risultato anche grazie alla squalifica del quartetto canadese. I “nostri” Nicola Rodigari, Yuri Confortola (entrambi squalificati nei 500 metri!!!) e Claudio Rinaldi accanto a Roberto Serra hanno superato una semifinale particolarmente temibile con Cina e Canada con cui confrontarsi. Il pasticcio che ha portato alla squalifica del Canada ed al recupero della Germania regala all’Italia una finale nella quale sperare.
Nei 500 metri individuali nessuna fortuna per i nostri colori; lontane dalle posizioni di vertice anche Arianna Fontana (molto attesa su questa distanza) e Cecilia Maffei.
Nella giornata conclusiva azzurri che tornano a recitare un ruolo importante nei 1.000 metri. Arianna Fontana ha chiuso al 7° posto con Cecilia Maffei 30°; per le due azzurre 11^ e 28^ posizione finale. In campo maschile 8° posto per Nicola Rodigari e 20° per Yuri Confortola per una classifica finale (da ritenersi bugiarda rispetto ai valori reali) che dice Rodigari 18° e Confortola 26°.
Speranze di medaglie, a quel punto, tutte riposte in una staffetta che forse non è stata brillante nel corso della stagione di Coppa del Mondo, ma che è entrata tra le prime al mondo in questa finalissima di Vienna. A 10 giri dalla conclusione gli azzurri mostravano di poter puntare in alto, arrivando in seconda posizione, poi un contatto (che alla fine i giudici riterranno meritevole di squalifica) che ha buttato gli azzurri giù dal podio; anche loro, come le ragazze, finiscono quinti. Poteva andare meglio. Adesso alcuni giorni a Bormio e poi il mondiale a squadre in Olanda.

armando trabucchi

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?