TIRANO – Sono stati premiati, sabato scorso 15 novembre, in occasione del tradizionale concerto della Banda cittadina “Madonna di Tirano”, i cittadini tiranesi “benemeriti”. Il riconoscimento è stato assegnato a Carla Moretta Soltoggio, Diego Zoia, Bianca Valbuzzi Panizza.

Sul palco dell'”auditorium Trombini” i tre cittadini hanno ricevuto il meritato riconoscimento attribuito loro dal comune tra gli applausi scroscianti del numeroso pubblico presente. Tangibile l’emozione sui volti dei premiati che hanno ricevuto l’attestato di riconoscenza direttamente dalle mani del sindaco di Tirano Pietro Del Simone. A leggere le motivazioni ed a condurre con la consueta professionalità la serata invece Bruno Ciapponi Landi, assessore comunale alla cultura. “L’importante è essere cittadini leali e generosi” ha esordito Carla Moretta Soltoggio nel ricevere la targa in marmo: una piccola pietra squadrata con la scritta “la città riconoscente, Tirano, San Martino 2008”. Un intervento il suo che ha richiamato all’importanza dei valori appresi dalla famiglia che rappresenta un “prezioso ed indispensabile passaporto di vita”.
E sui valori e sulla generosità si è concentrato anche l’intervento di Bianca Valbuzzi Panizza per la quale è “necessario sentire il rumore delle lacrime”. Diego Zoia infine ha fatto leva agli studi storici effettuati. Di seguito le motivazioni ufficiali che testimoniano la dedizione alla città dei tre premiati. Carla Moretta Soltoggio “per il rilevante contributo dato allo sviluppo sociale e culturale di Tirano in veste di insegnante, di dirigente scolastico, di pubblico amministratore, di co-fondatrice della locale Unitre e di madre di famiglia”. Bianca Valbuzzi Panizza per “essere madre di famiglia, imprenditrice che si dedica da anni silenziosamente e con grande generosità al sollievo degli indigenti con una azione di immediato beneficio sociale e al tempo stesso educativa e preventiva che merita di essere segnalata alla riconoscenza cittadina e additata ad esempio”. Diego Zoia “uomo di legge e pubblico amministratore, studioso di riconosciuto valore che si è segnalato per la dedizione e l’impegno profusi nell’ambito della ricerca storica, giuridica ed economica delle valli dell’Adda e della Mera e della nostra città”.

Hanno dimostrato impegno e talento i musicisti della “Banda Cittadina Madonna di Tirano” e gli allievi della “Banda Giovanile Unione al Confine”, composta da ragazzi tiranesi e svizzeri, nel corso del concerto di San Martino svoltosi sabato sera all’auditorium Trombini. Applausi interminabili da parte del pubblico presente. Molto apprezzata dai convenuti l’esibizione della banda cittadina che da sempre regala concerti di ottimo livello. Altrettanto bravi, inoltre, gli allievi della “banda Unione al Confine”: giovani certo, ma non per questo meno apprezzabili. Particolarmente piacevole infine la consueta esibizione congiunta delle due formazioni che consente ai componenti delle due bande di condividere la propria esperienza con altri musicisti traendone benfici sicuri sia per quanto concerne la crescita musicale, sia come esperienza umana. “Il comune ha scelto di premiare i benemeriti in occasione del concerto della banda perchè è uno dei momenti più significativi della vita comunitaria” così Bruno Ciapponi Landi in qualità di assessore comunale alla cultura e storico presidente della Banda (l’attuale presidente è Giandomenico Schiantarelli).

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?