SONDALO – Il 46^ cartellone degli “Amici della Musica” di Sondalo si inaugurerà martedì 4 novembre, ore 21.00, al Palazzetto Comunale di Sondalo. Il concerto d’apertura vedrà protagonista l’Orchestra Sinfonica della Siberia diretta dal M° Dmitrj Vasilyev, che presenterà tre capolavori di tre “mostri sacri”: Piotr Iliic Ciaikovskij, Sergej Prokofiev e Nicolai Rimskij-Korsakov.

Grande musica russa, insomma, con inizio affidato all’ouverture-fantasia Romeo e Giulietta: fu Balakirev, compositore del mitico Gruppo dei Cinque, a suggerire a Ciaikovskij di comporre questo brano di chiara ispirazione shakespeariana, che possiamo considerare la sua prima opera veramente importante: la genialità, la capacità costruttiva e il senso del drammatico raggiungono qui un equilibrio assai più suggestivo di quello creato per altre sue celebri pagine musicali.
Di Prokofiev ascolteremo il Concerto n. 3 in do maggiore per pianoforte e orchestra, op. 26. Pianoforte e orchestra costituiscono una unione assai felice in questo compositore; nel 1918, dopo la rivoluzione d’ottobre, Prokofiev emigrò negli Usa, perciò il debutto con questa partitura avvenne a Chicago nel 1921.
Rimskij-Korsakov è invece il popolare autore della suite sinfonica Shéhérazade: opera viva, affascinante, di rara bellezza formale e sostanziale, ricca delle giuste atmosfere per richiamare con naturalezza alla nostra memoria la raccolta di novelle arabe delle “Mille e una notte”.
L’orchestra siberiana, fondata nel 1967, è attualmente una delle migliori realtà musicali russe. Ha effettuato tournées, oltre che in tutte le repubbliche dell’ex Urss, in Italia e soprattutto in Spagna, dove per due anni si è esibita col grande violoncellista Mstislav Rostropovich. Il suo repertorio comprende tre secoli di musica: dal sec. XVIII ai giorni nostri. Notevole anche la produzione discografica. Nella sua attuale tournèe italiana, terrà, fra gli altri, due concerti a Milano nell’ambito della rassegna “Serate Musicali”. Il suo direttore, Dmitry Vasilyev, ha fatto esperienza con numerosi complessi sinfonici russi ed è stato direttore artistico del Festival Internazionale “Rachmaninov”.
Del pianista Daniil Trifonov sorprende innanzitutto la giovanissima età: 17 anni! Talento precoce, dunque, e già vincitore di numerosi premi, si è perfezionato con Tatiana Abramovna e ha alle spalle applauditi concerti in vari stati europei. E’anche compositore di brani per pianoforte e orchestra.

Ufficio Stampa Amici della Musica di Sondalo

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?