Il lago di Cancano

Il lago di Cancano

CANCANO – Anche per l’edizione 2008 del Sondrio Film Festival, la rassegna internazionale di documentari sui parchi e sull’ambiente, è stata organizzata da A2A (già Aem) una visita guidata per i protagonisti della manifestazione sino a Cancano. “La nostra collaborazione con il Festiva – ha detto Roberto Corona, di A2A – è iniziata nel 1991 e continua con importanti risultati. Siamo anche oggi particolarmente lieti di far conoscere il nostro territorio agli ospiti della rassegna”.

Assaggio di… montagna valtellinese per gli ospiti internazionali di Sondrio Festival che mercoledì scorso hanno preso parte alla consueta escursione in quota. Il gruppo formato da Vasili Sarana (Russia), Ruriko Uzu (Giappone), Zita Zachar e Attila Korsos (Ungheria), Francesco Pustorino, Angelo Miramonti e signora e dai componenti della giuria internazionale Yossi Weissler (Israele) e David Barna (USA) con signora Linda, ha visitato la diga di Cancano di A2A, trasportato in pulmino messo a disposizione dal Parco dello Stelvio fino alle Torri di Fraele e poi in jeep del Corpo Forestale e a piedi per una gita distensiva nel cuore del Parco Nazionale. Registi, naturalisti e giurati hanno potuto così ammirare ed apprezzare sbarramenti, cunicoli e gallerie, veri capolavori di ingegneria idraulica e scorgere anche qualche abitatore della zona, come cervi e camosci che lassù vivono indisturbati in un periodo di scarso affollamento turistico. Al termine, pranzo in compagnia con gradita degustazione di specialità locali presso un rifugio della zona.
L’escursione è stata organizzata grazie alla preziosa collaborazione di Parco Nazionale dello Stelvio e Corpo Forestale dello Stato.

“Anche quest’anno siamo stati particolarmente lieti di accogliere i protagonisti del festival e di far conoscere loro una parte del nostro territorio”, dichiara Roberto Corona, responsabile Promozione e iniziative territoriali di A2A. “Dal 1991 la nostra azienda, quando si chiamava ancora AEM, è vicina a questa rassegna che ha contribuito a far crescere e sviluppare, diffondendo una forte attenzione per l’ambiente. E’ un connubio che continua nel segno di una collaborazione reciproca che ha dato frutti importanti. Oggi che A2A è divenuta la prima multiutility italiana, non manca comunque di dare attenzione all’equilibrio tra territorio e ambiente che sempre di più rappresenta un grande valore della sostenibilità”.

Per meglio favorire la diffusione del messaggio, A2A organizza anche proiezioni dei film di Sondrio Festival alla Casa dell’Energia di Milano. Martedì 14 e mercoledì 15 saranno proiettati per le scuole (alle 10 e alle 15) rispettivamente i documentari “Australia, terra dei pappagalli”di David Parer e “Il canto delle megattere” di Daniel Opitz. Domenica 19 alle 15 sarà proposto al pubblico milanese il documentario vincitore di questa XXII edizione.

Fonte: Paolo Redaelli, Ufficio stampa Sondrio Festival

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?