Midop 2008

SONDRIO – Sono 72 quest’anno i documentari pervenuti da ogni paese del mondo al Centro Documentazione Aree Protette, tra i quali il Comitato Scientifico ha scelto la “magnifica dozzina” di film che saranno ora sottoposti al verdetto della giuria internazionale presieduta da Giuseppe Brambilla (Presidente Commissione
Cinematografica Centrale del Club Alpino Italiano) e della quale fa parte anche il regista israeliano Yossi
Weissler, vincitore della scorsa edizione.
E’ entrata nel vivo la XXII edizione di Sondrio Festival (si concluderà l’11 ottobre) che assegnerà, insieme al premio più ambito, il “Città di Sondrio”, anche i riconoscimenti del Parco dello Stelvio e della Regione Lombardia, più i premi speciali del pubblico e degli studenti.
“I documentari presentati anche quest’anno sono di altissima qualità – dice Maria Grazia Cicardi, naturalista e presidente del Comitato Scientifico – per cui il lavoro di selezione è stato piuttosto difficile, con tanti prodotti di valore. Di anno in anno la qualità della partecipazione a SondrioFestival si mantiene costantemente in aumento, con registi per così dire affezionati, che ritroviamo a distanza di qualche edizione e la scoperta di nuovi e interessanti documentaristi. I film in concorso documentano un’ampia varietà di paesaggi, dalla Tanzania alle Hawaii agli Alti Tatra, dalla Norvegia alla Sicilia, dall’Australia alla penisola del Taymir in Russia e raccontano vicende di grande interesse scientifico, contribuendo alla diffusione di una coscienza ecologica”.
“Quest’anno – continua la naturalista – si è voluta introdurre una novità per quanto riguarda la giuria degli studenti. Mentre in passato era composta da classi miste delle superiori, per l’edizione 2008 abbiamo scelto una sola classe del Liceo Scientifico “Donegani”. Sarà chiamata a giudicare quattro documentari che, per caratteristiche o tematiche, non sono entrati nella selezione, ma il Comitato ha giudicato particolarmente interessanti da proporre ad un pubblico di ragazzi. Al gruppo dei giovani giurati, per poter valutare adeguatamente i film, abbiamo proposto di lavorare con due componenti del Comitato Scientifico, il regista Nicola Falcinella che affronterà il tema della costruzione e realizzazione di un documentario e l’esperto di problemi ambientali Gilberto Gandolfi, professore ordinario di Zoologia all’Università di Parma che li aiuterà ad analizzare i documentari dal punto di vista scientifico”.
La giuria del pubblico, invece, voterà come di consueto, sugli stessi dodici documentari sottoposti al giudizio della giuria internazionale.
“Sono particolarmente fiera – conclude Maria Grazia Cicardi – che quest’anno ECOMOVE, organizzazione mondiale di Festival cinematografici dedicati all’ambiente, abbia scelto Sondrio per tenere la propria assemblea. I lavori sono in programma tra il pomeriggio di venerdì 10 e la mattina di sabato 11 e proprio venerdì ci sarà alle 19.15 presso il salone dei balli di Palazzo Sertoli la conferenza stampa di presentazione di ECOMOVE, con il presidente Dagmar Rajcanova e i rappresentanti dell’organizzazione. Non va dimenticato che uno degli scopi dell’associazione è di promuovere ed organizzare la comunicazione dei festival aderenti, rafforzando dunque la presenza della nostra rassegna a livello internazionale.”
Straordinaria la partecipazione a questa edizione dell’alpinista Marco Confortola che, nel pomeriggio di sabato 11 novenbre, racconterà la sua avventura umana, ma anche di “esploratore” della montagna e dell’ambiente.

Su informazioni dell’ufficio Stampa Midop, Paolo Redaelli

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?