SONDRIO – Quindici spettacoli, che coinvolgeranno sette località di Valtellina e Valchiavenna, segnano il ritorno di un cartellone provinciale di musica e teatro. Promosso dalla Regione Lombardia e coordinato dalla Provincia con la collaborazione dei Comuni, si pone l’obiettivo di estendere alle aree periferiche eventi generalmente circoscritti alle grandi città. Pluralità dei linguaggi, sperimentazione, contaminazione tra arti visive e performing art non solo nei teatri, ma anche in spazi non convenzionali da riscoprire e valorizzare. Il pubblico di riferimento non è più solo quello ristretto degli appassionati, sono i giovani e le famiglie, nell’intento di allargare il più possibile le opportunità culturali per il nostro territorio.
Tra i luoghi prescelti, oltre all’Auditorium S. Antonio di Morbegno, al Palazzetto dello Sport di Sondalo e all’Auditorium Torelli di Sondrio, figurano la chiese di San Fedele e di San Lorenzo a Chiavenna, Castello Masegra a Sondrio, la Basilica della Madonna di Tirano, la chiesa dei Santi Gervasio e Protasio a Bormio. Monumenti artistici di pregio che diventano suggestivi palcoscenici per ospitare spettacoli musicali e teatrali.
Si comincia al Castello Masegra martedì 30 settembre con “Roba minima s’intend!”, un percorso di musica e parole con le canzoni di Enzo Jannacci. Di seguito il tributo a Fabrizio De Andrè di Baxaicò, la verve di Lella Costa, la musica classica e il rock di Massimo Priviero. Su quindici spettacoli sette sono gratuiti, per gli altri otto è previsto un biglietto d’ingresso di 3 euro. Non sono invece previsti abbonamenti, prevendita o prenotazioni. “Grazie all’iniziativa della Regione Lombardia e all’impegno dei Comuni siamo riusciti ad allestire un cartellone ad alto contenuto artistico che da tempo mancava in provincia – spiega l’assessore alla Cultura Laura Carabini -. Musica e teatro risuoneranno per la prima volta in luoghi pregevoli dal punto di vista artistico che potranno essere scoperti o riscoperti. Per la nostra gente si tratta dunque di una grande opportunità per assistere a spettacoli musicali e teatrali che spaziano nei diversi generi accontentando i gusti di tutti. Come coordinatori di questa iniziativa ci auguriamo di avere sale affollate e, in particolare, di catturare l’interesse di un pubblico vasto ed eterogeneo che non sempre può partecipare a questo tipo di eventi”.
Fonte – Ufficio Stampa della Provincia di Sondrio

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews

No comments yet.

HAVE SOMETHING TO SAY?