VALGEROLA – In centocinquanta, ieri sera, hanno partecipato alla serata proposta dalla proloco Rasura/Mellarolo presso il nuovo centro polifunzionale del borgo orobico con la partecipazione dell’amministrazione comunale e della redazione della rivista “Le Montagne Divertenti”. Attraverso filmati e fotografie è stato proposto un vero e proprio viaggio nel tempo, tra presente e passato, alla scoperta delle bellezze di questa valle, fiore all’occhiello del Parco delle Orobie Valtellinesi.

Incontro a Rasura

Incontro a Rasura

“Abbiamo iniziato facendo vedere come si andava in montagna 120 anni fa – spiega l’editore Enrico Benedetti, editore di Montagne divertenti -. Riprendendo e musicando i testi della guida alpina Bonomi abbiamo rispolverato antiche nozioni. Nozioni attualmente superate o in disuso, ma che non hanno certo perso il loro fascino”.
Clou delle serata, il filmato sul torrione Mezzaluna e sulle bellezze della Valgerola: “Il Torrione Mezzaluna sembra un angolo di Dolomiti inspiegabilmente incastonato tra le vette della Valgerola. E questo è solo uno delle chicche di una valle che ha un potenziale turistico davvero elevato. Queste sono zone che si possono vivere in tutte le stagioni”. Proprio in chiave turistico/sportiva, il direttore delle “Montagne Divertenti” Maurizio Torri ha invece voluto tributare un giusto elogio alle manifestazioni sportive che hanno portato il nome della Valgerola in giro per l’Italia: “Anche se chi fa turismo in Provincia continua a puntare sulle classiche mete, una tappa in questo angolo incantato del Parco delle Orobie Valtellinesi è d’obbligo. Quando si parla di Valtellina, si punta sempre e troppo sullo sci. Perché invece non riscoprire i nostri paesi con le loro storie e tradizioni? A soli 15′ di auto da Morbegno ci si può immergere in uno scenario selvaggio e incontaminato che regala scenari mozzafiato alla portata di tutti. Fortunatamente la gente del posto ha compreso il potenziale di queste zone e non è rimasto con le mani in mano”. Prova ne sono kermesse che nel giro di poche edizioni si sono fatte apprezzare da atleti e appassionati di sport outdoor.
redazione turismo

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews