Sulla vetta del San Matteo

Sulla vetta del San Matteo

VALFURVA – E’ stato un fine settimana particolarmente intenso per la Valfurva: sabato 16 agosto le manifestazioni per la dedicazione al Capitano Berni di una piazza di San Nicolò Valfurva e la presentazione del volume che narra le “Battaglie del San Matteo” con la vicenda del Capitano Berni. Domenica il pellegrinaggio in Vall’Umbrina al Battaglion Skiatori Monte Ortles, la salita al San Matteo e la grande manifestazione commemorativa al passo Gavia.

“Novant’anni fa guerra d’acquile prima della pace”: gli alpini della Valfurva hanno preparato con grande cura la manifestazione che non solo chiude il ciclo di incontri dell’estate alpina in Alta Valtellina, ma soprattutto sottolinea e celebra gli eroi caduti sulle nostre montagne durante la Grande Guerra.
In particolare il giovane capitano Arnaldo Berni che rimase sepolto con i suoi uomini dentro il ghiacciaio del San Matteo, sopraffatto dal contrattacco austriaco il 13 settembre del 1918. Mancavano meno di due mesi alla fine della guerra; quell’episodio ha dettato nel tempo il ritmo della memoria di coloro che hanno combattuto sul fronte più alto della storia.
La solenne celebrazione eucaristica è stata officiata da Mons Diego Coletti, vescovo di Como e Sondrio, con il parroco della Valfurva. Presente il sindaco Gianfranco Saruggia e Marco Confortola che, presente in valle solo per una giornata, non ha voluto mancare alla manifestazione organizzata dagli amici alpini ed allietata dalle note della Banda della Valfurva e dai canti del Coro Bajona.
Nelle foto (diritti riservati) di Luciano Bertolina e Fernando Testorelli alcuni momenti della manifestazione.

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews