Il Panathlon spegne le sue prime 68 candeline

Festeggiamenti anche in provincia di Sondrio per il 68° di fondazione del Panathlon! Amicizia, etica e passione sportiva: sono questi i valori che il Panathlon Club di Sondrio, unitamente a tutti i sodalizi sparsi per il mondo, ricorda in occasione del “Panathlon Day”, l’anniversario di fondazione dell’associazione sportiva nata a Venezia il 12 giugno 1951 con lo scopo di diffondere i sani ideali della pratica sportiva. E per celebrare al meglio i suoi 68 anni, il gruppo presieduto da Angelo Schena ha deciso di valorizzare questi tre principi accantonando l’ormai classica cerimonia e organizzando conviviali ad hoc nel corso dell’intero anno, come dimostrano gli ultimi due appuntamenti proposti dal sodalizio. Nell’interclub tenutosi lo scorso maggio tra i club di Sondrio, Como e Lecco si è rafforzato non solo il sentimento di fratellanza tra i tre gruppi, ma si è anche entrati nel più profondo spirito di fair play ed etica sportiva quando si è parlato di trapianto e sport insieme al gruppo regionale dell’AIDO, l’associazione italiana donatori di organi.  Il risultato è stata una serata straordinaria, in cui alcuni trapiantati hanno voluto essere testimoni diretti di quanto il binomio “trapianto-sport” sia stato fondamentale per ritornare ad una seconda vita. E per diffondere ulteriormente il messaggio panathletico, da quest’anno il club sondriese si è fatto largo anche tra i giovani, presenziando in occasione dei Campionati Studenteschi provinciali di atletica leggera, svolti ad inizio Maggio. Qui, il gruppo si è integrato con gli oltre 400 studenti provenienti da ogni parte della provincia sondriese, donando loro piccoli riconoscimenti che ricordano il motto fondante del Panathlon: “Ludis Iungit”, ovvero “uniti dallo sport”.
L’entusiasmo dei ragazzi era evidente, e non è un caso se il Panathlon di Sondrio ha deciso di garantire la sua presenza anche per le prossime manifestazioni sportive dedicate agli studenti, rafforzando il contatto con scuole e nuove generazioni.  Non solo, il gruppo ha inoltre l’intenzione – sempre nel rispetto dei principi da celebrare per il suo compleanno – di incontrare anche gli atleti disabili in occasione di un intermeeting regionale di atletica leggera che si svolgerà a fine agosto nel campo sportivo di Chiuro.

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews