LE FINALI NAZIONALI ENTRANO NEL VIVO

Al termine di questa seconda giornata delle Finali Nazionali CRAI di pallavolo under 14 maschile si sono delineate le 4 capoliste che, a partire da domani, proseguiranno la loro corsa verso il titolo italiano: Lexus Vicenza, Teate Volley, Volley Parella Torino, Tonoli Nyfil Montichiari. Nonostante alcuni risultati clamorosi (e tenendo conto delle dovute eccezioni), le partite sono state abbastanza equilibrate e il punteggio spesso non rispecchia ciò che si è visto sul campo.

GIRONE A – La Lexus Vicenza ha dovuto faticare parecchio nel suo girone per aggiudicarsi la prima posizione: STS DLF Bolzano, Pallavolo Tor Sapienza Roma e soprattutto Volley Alberobello Bari si sono rivelate ostiche sino alla fine, le partite molto incerte e combattute e la qualificazione si è decisa solo nella tarda mattinata di oggi. L’allenatore vicentino Marco Dal Maso sperava di poter fare qualcosa di più, ma in compenso abbiamo sbagliato meno di ieri e siamo rimasti più concentrati. L’allenatore del Bolzano Armin Zanlucchi non nasconde un po’ di rammarico perché non abbiamo giocato come sappiamo e la nostra under 14 non sta andando come speravamo, però è una squadra molto giovane (2005/2006) e questa esperienza nazionale è pur sempre un motivo di orgoglio e un modo bellissimo per far crescere i ragazzi più inesperti. Anche la dirigente della Tor Sapienza Annamaria Delfino commenta: abbiamo fatto fatica e giocato fra alti e bassi, forse anche a causa di alcuni infortuni; l’emozione, inoltre, ha giocato un ruolo importante perché si è trattato della nostra prima esperienza alle finali nazionali e al di là di tutto, devo dire che l’atmosfera che è bellissima! La Volley Alberobello saluta le finali nazionali con onore, dopo aver messo a dura prova le avversarie. Il dirigente Claudio Sisto è più che soddisfatto di questa seconda esperienza nazionale, dopo quella dello scorso anno e anche se non abbiamo passato il turno siamo sicuri che ci ha aiutato a crescere. Sulla stessa linea anche il capitano della squadra Tommaso Donato Leo: potevamo fare di più, ma siamo contenti e speriamo di poter ritornare qui in un campionato superiore perché l’accoglienza è fantastica e ci siamo trovati bene.

GIRONE B – Ha prevalso l’incertezza sino all’ultimo con la partita-clou tra le due capoliste SDP Anderlini Modena e Teate Volley, appaiate con punteggi e quozienti quasi identici. L’hanno spuntata gli abruzzesi, che da domani proseguiranno il cammino verso il titolo nazionale. Esperienza conclusa per la Scuola di Pallavolo Anderlini, che però può ancora sperare nelle pari età del femminile, che sono invece passate alla fase successiva del nazionale. Anche Pallavolo Città di Castello e Monge Basilicata Pallavolo Venosa lasciano il Bormiese dopo un confronto diretto serratissimo che si è concluso al tie break. Vedere i nostri ragazzi riuscire a dar vita a gare così belle non può che essere per noi un forte motivo di orgoglio. La Basilicata ha tanta strada da fare, speriamo con queste Finali Nazionali di aver aggiunto un tassello al nostro percorso di crescita – dichiara l’allenatore del Venosa Marco Sinisi –. Gli fa eco Alessandro Bellusci, uno dei suoi ragazzi: è stato molto costruttivo poterci confrontare contro squadre ben attrezzate e competitive. E se il tempo non è stato molto clemente, la vostra ottima accoglienza ha sicuramente ricompensato il nostro soggiorno.

GIRONE CVolley Parella senza rivali: la formazione torinese non concede nulla alle avversarie, vince tutte le  gare 3-0 e già nel primo pomeriggio ha la certezza matematica del primo posto in classifica. Peccato per la Pallavolo C/9 Arco Riva di Trento e per il CS Prata di Pordenone, due squadre solide che avrebbero potuto dare più filo da torcere ai torinesi, con un po’ di concentrazione e di attenzione in più. Ieri, in particolare, il derby del nord-est tra friuliani e veneti si è rivelata una partita piena di rovesciamenti, con il Pordenone che ha sprecato incredibilmente due set di vantaggio e si è fatto recuperare e poi superare da una C9 Arco Riva in grande spolvero. La Pallavolo Carcare ha provato a contrastare gli avversari e ne sono uscite delle partite molto belle anche per il pubblico, nonostante i risultati possano far pensare il contrario.

GIRONE D – Affermazione netta per la Tonoli Nyfil Montichiari, che ha fatto il vuoto tra le avversarie e ha giocato l’ultima partita con una certa tranquillità avendo già tre punti di distacco dalla prima inseguitrice, il Kioene Padova, avendo vinto il confronto diretto. Siamo molto soddisfatti, ma non guardiamo troppo avanti e giochiamo giorno per giorno, dichiara un po’ scaramanticamente l’allenatore di Montichiari. I padovani lasciano la competizione a testa alta, consapevoli del valore di essere arrivati sino a qui. Salutano anche SBV Olimpia Galatina e Quadrifoglio, che onorano le finali nazionali fino in fondo nonostante il gap con le prime della classifica. Pugliesi e sardi hanno certamente pagato il lungo viaggio, ma anche l’emozione: i nostri ragazzi non hanno avuto grosse possibilità di confrontarsi con squadre di alto livello, però la manifestazione è bellissima e siamo davvero contenti di averne fatto parte.

Domani giungeranno a Bormio 12 finaliste che si aggiungeranno alle 4 già presenti che hanno passato questa prima fase. Nel pomeriggio i fischietti daranno avvio alle prime gare e le finali nazionali giovanili CRAI entreranno davvero nel vivo con le formazioni più forti di tutta Italia!

L’elenco dei risultati è scaricabile alla pagina http://www.finalivolleycrai.it/pagina.aspx?PId=13573

A questo link i risultati analitici delle partite e il calendario delle gare http://www.finalivolleycrai.it/pagina.aspx?PId=13569

A questo link tutte le statistiche delle partite http://finalinazionali2019u14m.matchshare.it/rest_api/home

 

Anna

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews