La Bormio Ghiaccio rientra da Torino con più di 40 medaglie!
La Bormio Ghiaccio fa incetta di medaglie a Torino e porta a casa qualcosa come 20 ori, 9 argenti e 12 bronzi per un totale di 41!! Il che – a sua volta – meriterebbe una medaglia perchè gareggiare ai campionati italiani, con tutta la “meglio gioventù” sulle lame, non è per nulla facile né scontato.
Grandissimo merito per questi ragazzi, che si allenano con costanza e sacrifici, ma lasciateci citare anche gli impagabili allenatori, che li crescono e li accompagnano con passione, affetto e orgoglio.
E allora vediamole queste medaglie nel dettaglio:
Sabrina Canclini (Junior E): 4 ori
Pietro Castellazzi (Junior C): 4 ori
Chiara Rodondi (Junior D): 3 ori, 1 argento
Luca Spechenhauser (Junior C): 3 ori, 1 argento
Viola Simonini (Junior C): 3 ori, 1 bronzo
Arianna Peloni (Junior D): 1 oro, 2 argenti
Elisa Confortola (Junior B): 1 oro, 2 argenti
Viola De Piazza (Junior B): 1 oro, 2 bronzi
Pietro Marinelli (Junior A): 1 argento, 2 bronzi
Anna Spechenhauser Junior C): 1 argento, 1 bronzo
Caterina Canclini (Junior F): 1 argento, 1 bronzo
Gloria Confortola (Junior A): 4 bronzi
Giulia Occhi (Junior F): 1 bronzo
Tra l’altro, Sabrina Canclini, Chiara Rodondi, Viola Simonini, Pietro Castellazzi e Luca Spechenhauser si aggiudicano il titolo nella classifica overall delle rispettive categorie. Sul podio della generale salgono anche Caterina Canclini (terza), Arianna Peloni (seconda), Elisa Confortola (seconda), Viola De Piazza (terza), Gloria Confortola (terza), Pietri Marinelli (terzo).
Il medagliere parla da sé, ma al di là dei risultati estremamente positivi, tutti si sono comportati al meglio mostrando grinta e determinazione…e anche chi il podio l’ha sfiorato ha dimostrato di potervisi avvicinare sempre più nel corso della stagione con impegno e dedizione. Non sono mancanti, seppur in una trasferta tipica da albergo-pista-albergo, i momenti aggregativi che solo i viaggi in pullman sanno regalare.
Sabrina Canclini e Chiara Rodondi hanno gestito al meglio la gara senza alcun tipo di sbavatura aggiudicandosela già prima dell’ultima finale; Viola Simonini, grazie alla sua resistenza, ha potuto gestire e rimediare ad una piccola sbavatura nei 500mt (se così si può chiamare un terzo posto…). Autorevole affermazione in tutte le prove di un sempre più solido Pietro Castellazzi, che non ha messo mai in discussione il titolo e corona la sua ottima stagione. Luca Spechenhauser ha fatto sua la categoria più importante dopo un bel duello coi suoi compagni della Nazionale Junior.
Ora lo sprint finale che ci porterà all’ultimo ed importante impegno della finale europea di Rostock, dove i nostri ragazzi qualificati si misurereanno con la miglior gioventù del vecchio continente fra due settimane a caccia di medaglie: Luca Spechenhauser, Pietro Marinelli, Gloria Confortola, Elisa Confortola, Pietro Castellazzi, Viola Simonini, Chiara Rodondi, Arianna Peloni, Sara Marinelli.
Tutti i risultati su www.shorttrackonline.info
Miki

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews