Una Sertori a due facce

18/19 G.13 Bergamo-Sondrio 27-15

Due Sertori quelle viste ieri sul campo di Bergamo. Per i primi 50 minuti padroni del campo e capaci di imporre il proprio gioco sui rivali (quinti in classifica), poi un’ingenuità difensiva porta alla meta del sorpasso bergamasco con i valtellinesi che entrano in crisi e mostrano il loro lato negativo, caratterizzato da nervosismo, indisciplina e disattenzioni.

Nel prima frazione partono subito forti i padroni di casa, la difesa sondriese è però solida e riesce a gestire bene gli attacchi dei bergamaschi. In fase di possesso i biancazzurri mostrano di saper rispettare il piano di gioco alternando attacchi lenti nei pressi dei punti di incontro e giocate sulla trequarti. Al 24° arriva la marcatura di Mantelli che concretizza una serie di pick&go nei pressi della linea di meta avversaria. Arriva subito dopo la seconda meta di giornata degli ospiti, che al 27° vanno in meta con l’esordiente Simone Colombini (alla prima gara in serie B assieme a Sosio), che conclude in meta una bella azione nata da un buco nella difesa avversaria. Gli orobici non si danno però per vinti ed al 30° riescono a recuperare palla per poi segnare poi all’ala. Negli ultimi 10 minuti le due compagini si sfidano a viso aperto, senza però riuscire a ferire nuovamente.

Con la ripresa è questa volta la Sertori ad iniziare forte, sprecando però varie palle buone che avrebbero permesso di allungare sugli avversari. Al 48° è Bergamo ad andare in meta, in maniera quasi fortuita: il calcio piazzato dei padroni di casa non centra i pali ma la difesa valtellinese tarda ad annullare concedendo la meta agli avversari. Dopo quattro minuti arriva però il controsorpasso, grazie ad un calcio Piazzato di Luca Schenatti. I padroni di casa riprendono il gestione della partita e galvanizzati dal poco scarto riescono nuovamente ad andare in meta al 54°. Il finale di gara è tutto bergamasco, con i giallorossi che vanno in meta ancora al 62° e al 65° ed i biancoazzurri che in preda al nervosismo sprecano troppo, rimanendo anche in 14 per l’espulsione di Moretti (che rischia una lunga squalifica).

Ora un’altra settimana di pausa del campionato, il prossimo incontro sarà Sabato 2 Marzo in casa contro Capoterra, con l’obiettivo di tornare alla vittoria.

Formazione: Zampelli, Sosio (50° Formolli), Del Dosso, Alberti (72° Sangyang), Bombardieri, Luca Schenatti, Simone Colombini, Sole, Andrea Colombini (50° Volonté), Rossi (71° Piccolo), Moretti, Giacobbi, Mantelli, Moroni (41° Spandri), Ciapponi. A disposizione: Okwarima, Acquistapace.

Marcatori: 24° meta Mantelli, 27° meta Simone Colombini trasformata Luca Schenatti, 30° meta Bergamo trasformata; 48° meta Bergamo trasformata, 52° CP Luca Schenatti, 54° meta Bergamo, 62° meta Bergamo, 65° meta Bergamo.

Risultati: Capoterra- Genova 17-11, Lecco-Lumezzane 19-32, Piacenza-Novara 27-22, Monferrato-A&U Milano 45-7, Bergamo-Sondrio 27-15, Rovato-Varese 50-7

Classifica: Lumezzane 57, Rovato 55, Monferrato 52, Piacenza 48, Bergamo 36, Capoterra 36, Varese 29, Lecco 28, Sondrio 14, A&U Milano 12, Novara 8, Genova 7

 

 

Pietro Ciapponi

 

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews