IL SONDALO RIALZA LA TESTA

GEAS SESTO – SONDALO 13-26 (p.t. 3-7)

SONDALO: Guizzardi, Cecini, Manzolini, Rossi, Emanuele Cossi, Gobbi Frattini, Mattia Cossi, Bormolini, Corcoglioniti (76’ De Giorgio), Di Corleto, Della Bosca, Robustelli Test, Pedranzini (39’ Paganoni), Sinclair (41’ Soppelsa), Zucchelli (50’ Cenini).

MARCATORI: 7’ c.p. Geas, 22’ m. Manzolini tr. Di Corleto, 55’ m. Guizzardi tr. Di Corleto, 57’ c.p. Geas, 75’ m. E. Cossi tr. Di Corleto, 77’ m. Manzolini, 79’ m. tr. Geas.

NOTE: Dopo due inopinate sconfitte il Sondalo rialza la testa e lo fa in casa di una delle pretendenti al trono, portandosi a casa vittoria e punto di bonus e scacciando i fantasmi di una crisi annunciata. I sondalini ci hanno messo quasi un’ora di gioco per venire a capo di un match spigoloso e difficile, fino a quando Simone Guizzardi al 55’ ha dato il via ad un finale in crescendo dei valtellinesi con una meta siglata in velocità. Lo stesso Guizzardi, che in mattinata alla partenza per la trasferta aveva manifestato timori di un possibile forfait causa influenza, ha disputato un match esemplare meritandosi il titolo di Man of the Match. Nel primo tempo le due formazioni si sono date battaglia soprattutto a centro campo, senza mai riuscire ad affondare il colpo. Dopo il vantaggio iniziale dei padroni di casa con un calcio piazzato, i sondalini reagivano con una meta di Manzolini e riuscivano a chiudere la prima frazione di gioco con uno striminzito vantaggio. Nella ripresa si proseguiva sulla stessa lunghezza d’onda fino alla meta di Guizzardi che, come detto, suonava la carica per un arrembante finale. I milanesi tentavano subito la replica ma raccoglievano solo tre punti con un altro calcio, mentre i valtellinesi, sempre più galvanizzati, montavano in cattedra e nel giro di due minuti chiudevano il match con due mete di Emanuele Cossi e Manzolini. Al Geas rimaneva solo la soddisfazione della marcatura allo scadere quando i giochi erano ormai fatti. Soddisfatto il dirigente Pietro Pini: “ E’ stata una prova di carattere, sapevamo che era una gara difficile e le due sconfitte maturate negli ultimi due incontri l’hanno resa ancora più impegnativa, perché non potevamo permetterci un altro passo falso. Adesso il torneo si ferma di nuovo per dare spazio alle gare del Torneo 6 Nazioni e si riprenderà il 24 marzo in casa con il Lecco.”

Prossimo incontro: domenica 24 marzo a Sondalo ore 14.30: Sondalo – Lecco

 

FEMMINILE – COPPA ITALIA DI RUGBY A 7 SENIORES 7^ GIORNATA A TRADATE 

SONDALO – COMO 19-0 (m. Manzolini, Della Valle, Piuselli)

SONDALO – PARABIAGO 19-24 (m. Caterina Prevostini, Della Valle, Piuselli)

SONDALO – VERBANIA 26-26 (m. Spini, Piuselli, Della Valle, Gaglia)

SONDALO – TRADATE 31-14 (m. Gaglia, Manzolini, Ambrosini, Della Valle, Piuselli)

 

FORMAZIONE: Irene Ambrosini, Francesca Bassini, Sara Cerri, Elodie Della Valle, Eleonora Della Vedova, Martina Da Ronch, Elisa Gaglia, Cristina Galli, Paola Giotta, Lucrezia Manzolini, Cristina Monaco, Natalie Piuselli, Caterina Prevostini, Rachele Prevostini, Silvia Spini. Allenatori: Ivan Dal Pozzo e Davide Pozzi.

Note: Settima giornata per la Coppa Italia di rugby a 7 Seniores con il Ladies Team che sul campo di Tradate ha affrontato: Como, Parabiago, Verbania e Tradate. E’ stata una giornata in chiaro-scuro, terminata con due vittorie un pareggio e una sconfitta che hanno lasciato un po’ di amaro in bocca per quello che poteva essere e invece non è stato. Nella prima gara buona prestazione con il Como, battuto per tre mete a zero, senza però conquistare il punto di bonus. Nella seconda gara è arrivata la sconfitta con le eterne rivali del Parabiago. Una sconfitta di misura che poteva anche essere evitata con una prestazione difensiva più accorta. Nella terza gara anche qui rammarico per un pareggio con il Verbania, pur avendo disputato la migliore gara della giornata. Infine lo scontro con le padrone di casa, un match senza storia vinto agevolmente alle valtellinesi. Alla fine l’incrocio dei vari risultati del girone ha collocato il Ladies Team al terzo posto in classifica alle spalle di Parabiago e Verbania. L’allenatore Ivan Dal Pozzo si è comunque dichiarato soddisfatto per l’andamento del torneo: “Oggi avevamo a disposizione 15 atlete ed abbiamo cercato di fare disputare a ciascuna un minutaggio uguale per permettere loro di migliorare le proprie capacità. Questo ha comportato alcuni momenti di sbilanciamento, soprattutto nei match con Parabiago e Verbania, ma per noi oggi era importante far crescere il gruppo e dare spazio a tutte. Inoltre stiamo apportando anche modifiche ai nostri schemi di gioco, cercando di velocizzare l’azione e questo, inevitabilmente, ci ha portato a commettere qualche errore di troppo”.

 

UNDER 14 – REZZEL SPRECONA

REZZEL1 – VELATE 1 (26-33)

REZZEL 1: Acquistapace, Ambrosini, Curioni, Federico Da Ronch, Dell’Oro, Girotti, Maffia, Marieni, Medea, Mossini, Mottini, Pedraglio, Zugnoni, Partesana, Sozzani. Allenatore: Christian Boarato

MARCATORI: 1’ m. Sozzani tr. Mottini, 7’ m. Velate, 16’ m. Sozzani tr. Mottini, 20’ m. Marieni tr. Mottini, 32’ e 36’ m. tr. Velate, 45’ m. Mossini, 46’ e 52’ m. tr. Velate.

REZZEL2 – VELATE 2 (7-63)

REZZEL 2: Bigiolli, Clement, Della Valle, Fall, Matteri, Pezzini, Carnini, Poletti, Ganassa, Spagnoli. Allenatore: Valerio Abate

Note: Una Rezzel sprecona getta al vento la possibilità di cogliere una vittoria di prestigio contro il Velate. I valtellinesi non sono stati in grado di imporre il loro gioco e si sono lascati invischiare nel corpo a corpo impostato dagli ospiti. Contro una squadra fisica e ben organizzata nei punti di incontro e nei raggruppamenti era obbligo non andarli ad affrontare sul loro terreno preferito, ma cercare di aggirare l’ostacolo con aperture al largo e attacchi in velocità. La prima azione di gioco era esemplare, con l’ala Sozzani che si involava verso il centro dei pali dopo una bella apertura dei trequarti. Bisognava insistere con questo schema, invece si è andati allo scontro fisico, con i brianzoli che avevano la meglio e approfittavano di un intercetto per accorciare le distanze. I valtellinesi replicavano ancora con Sozzani che, quando viene servito al largo diventa imprendibile e poi con Marieni per chiudere il primo tempo in vantaggio per 21-5, ma il vantaggio poteva essere ancora più consistente se ogni qualvolta i padroni di casa avevano la palla avessero costruito azioni in velocità e non si fossero incaponiti in scontri fisici perdenti. Nella ripresa la fisionomia della gara non cambiava ed il Velate, approfittando della cocciutaggine dei valtellinesi, riuscivano a rimontare e mettere in cascina una vittoria in cui il loro predominio tattico si è dimostrato vincente.

Nel secondo incontro nulla da fare per i ragazzi più giovani hanno lottato ma hanno dovuto soccombere alla migliore organizzazione dei loro avversari.

Prossimo impegno sempre con due squadre sabato 2 marzo a Sorico h. 16.30 Rezzel – Cus Milano.

 

 

Aldo Simonelli
Rugby Sondalo – sezione della Polisportiva Sondalo Sport

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews