Dualski: sulle piste di Bormio può sciare anche chi ha difficoltà motorie

Al giorno d’oggi si dispone di moltissimi ausili ed attrezzature per consentire a tutti di potersi svagare, senza troppe barriere; basti pensare all’importanza che hanno assunto le Paraolimpiadi per capire quante potenzialità di integrazione ci siano per i diversamente abili… Nel nostro piccolo comprensorio territoriale un grande passo in questa direzione è stato fatto qualche anno fa dall’associazione Coordinamento Famiglie con Disabili, che si è dotata di uno strumento che consente a chiunque abbia difficoltà motorie di poter scendere da una pista da sci: il dualski. Si tratta di una specie di slitta dotata di un guscio avvolgente, con cinture di sicurezza, in cui far accomodare una persona. Il dualski è dotata di una barra che viene pilotata da un accompagnatore (in genere un maestro di sci abilitato all’utilizzo), il quale guida l’attrezzo in discesa manovrandolo da dietro; il passeggero, attraverso piccoli movimenti del busto, può favorire leggermente il movimento dell’attrezzo, il che gli permette di percepire e di “allenare” l’equilibrio e il senso dell’orientamento.

Fino allo scorso anno il Dualski era in deposito presso una scuola di sci, mentre quest’anno – grazie alla disponibilità e sensibilità della Bormio Ski e della Società Impianti Bormio – l’attrezzo è custodito in un magazzino a Bormio 2000 e chiunque ne può fare richiesta presso la cassa impianti, ovviamente con l’indispensabile e obbligatorio accompagnamento di un maestro di sci.

Spiega Maria Colturi, presidente del Coordinamento Famiglie con Disabili, da cui è partita questa iniziativa: grazie alla collaborazione del settore Handy Sport dell’Unione Sportiva bormiese abbiamo voluto mettere l’attrezzo Dualski a disposizione di tutti, non solo agli ospiti del Centro La Sorgente e i ragazzi dell’Alta Valle, ma anche i turisti che possono necessitare di un ausilio motorio. Ritengo che una località come l’Alta Valle, con la sua forte vocazione turistica, debba attivarsi per promuovere la fruibilità del territorio a chiunque. A ciò si aggiunge un’altra fondamentale motivazione ossia l’integrazione tra fra i soggetti normodotati e i soggetti disabili; facciamo in modo che l’attività sportiva appartenga a tutti!

 

 

Per informazioni:

Settore Handy Sport – US Bormiese

0342-910482

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews