Homodei. Una nobile famiglia valtellinese nel borgo di Sernio

Sabato 19 gennaio, un pubblico attento e  numeroso è intervenuto nella civica biblioteca Arcari di Tirano alla presentazione del libro “Homodei. Una nobile famiglia valtellinese nel borgo di Sernio”.
La presentazione é  stata aperta dai saluti del sindaco di Tirano dott. Franco Spada (che su Palazzo Homodei di Sernio discusse la sua tesi di laurea in architettura) e del presidente del BIM Alan Vaninetti.
Dopo il saluto dell’autore dott. Ivan Gambelli, che ha anche ringraziato quanti gli hanno facilitato il compito mettendogli a disposizione archivi, documenti e informazioni è seguita la presentazione che si è articolata in un colloquio a domanda e risposta fra l’autore e il professor Bruno Ciapponi Landi  intervenuto quale presidente della Società storica valtellinese (rappresentata anche dalla presidente emerita prof. Augusta Corbellini e dai consiglieri Giorgio Baruta e Gianluigi Garbellini).
Ha concluso la manifestazione l’interessante  intervento del giovane Stefano Quadrio sul mecenatismo religioso degli Homodei (che ebbero in famiglia numerosi sacerdoti).

Fra il numerosissimo pubblico vari discendenti della nobile famiglia: il notaio Vincenzo d’Oro Lambertenghi, la prof. Maria Luisa Lucini, i fratelli Giovan Battista e Alcherio Andrea Origoni Della Croce. Presenti in sala anche il sindaco di Lovero Annamaria Saligari, il prevosto di Tirano don Paolo Busato e la dirigente scolastica Ins. Luisa Porta.

 

Ivan Gambelli

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews