Piano di contrasto povertà
Con dgr n.XI/987 dell’11 dicembre 2018 la Giunta regionale ha approvato il primo provvedimento attuativo del Piano di contrasto alla povertà di cui alla dgr XI/662 del 16 ottobre 2018, con il quale si danno indicazioni per l’assegnazione delle risorse di cui al Fondo povertà – quota interventi e servizi a favore delle persone in condizioni di povertà estrema e senza dimora, assegnate a Regione Lombardia. Con questo provvedimento vengono inoltre approvati le finalità, gli obiettivi, e i criteri di riparto delle risorse agli Ambiti di cui all’Allegato 1 parte integrante:”Promozione di interventi e servizi a favore delle persone in condizione di povertà estrema e senza dimora in attuazione del d.m.18 maggio 2018 n.155 d della dgr 662/2018.
Risorse 
Le risorse assegnate a Regione Lombardia finalizzate al finanziamento degli interventi e dei servizi a favore delle persone in condizione di povertà estrema e senza dimora, ammontano a € 1.500.600,00.
Beneficiari
Le persone beneficiarie di tali interventi sono, ai sensi dell’art.5, comma 1 del D.M., coloro che:

a) vivono in strada o in sistemazioni di fortuna;
b) ricorrono a dormitori o strutture di accoglienza notturna;
c) sono ospiti di strutture, anche per soggiorni di lunga durata, per persone senza dimora;
d) sono in procinto di uscire da strutture di protezione, cura o detenzione, e non dispongono di una soluzione abitativa

Priorità e obiettivi istituzionali
Con riferimento alle disposizioni nazionali e alle “Linee di sviluppo delle politiche regionali di prevenzione e contrasto alla povertà 2018-2020”, di seguito sono elencati le priorità e gli obiettivi regionali a cui dovranno tendere le progettazioni degli interventi a livello locale:

  • Sviluppo di modalità di intervento innovative mirate a ridurre al minimo la necessità di soluzioni di emergenza e a carattere assistenziale
  • Attivazione di percorsi centrati sul progetto individuale al fine di sviluppare nella persona la capacità di riacquisire uno stato di benessere psico-fisico, pur in presenza di gravi condizioni di vulnerabilità sociale o problemi di salute mentale
  • Sviluppo di interventi per l’accompagnamento all’autonomia, favorendo l’integrazione con gli altri soggetti istituzionali e le reti informali che operano in aree differenti: salute, casa, lavoro, tempo libero, ecc.
  • Costruzione di programmi orientati all’avvio e/o al consolidamento di esperienze che prevedono la messa a disposizione di servizi anche alloggiativi, attingendo risorse dal patrimonio pubblico e privato. Nel caso del patrimonio pubblico è possibile prevedere l’utilizzo anche tramite processi di valorizzazione ai sensi della l.r. n.16/2016, coinvolgendo le Aler e/o i Comuni del territorio
  • Armonizzazione delle modalità di intervento sperimentate negli anni o in corso di sperimentazione sulla grave marginalità

Elaborazione e invio dei programmi

Gli ambiti eleggibili dovranno elaborare un progetto di utilizzo delle risorse assegnate, sulla base degli obiettivi sopra richiamati da inviare alla Direzione Generale Politiche Sociali, Abitative e Disabilità entro e non oltre il 31 gennaio 2019 ai seguenti indirizzi di posta elettronica:
politichesociali_abitative@pec.regione.lombardia.it e pianidizona@regione.lombardia.it

Ulteriori informazioni alla pagina http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioServizio/servizi-e-informazioni/Enti-e-Operatori/sistema-sociale-regionale/piani-di-zona/ser-prom-interventi-poverta-estrema-senza-dimora

Lombardia Notizie

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews