V concorso internazionale di poesia “Giovanni Bertacchi”
Il 29 novembre 2018  a Roma, presso villa Lubin, sede del CNEL, sala del Parlamentino, si è svolta la premiazione del V concorso internazionale di poesia Progetto Alfa, intitolato a Giovanni Bertacchi.
Sono giunte 1300 poesie provenienti da tutte le regioni di Italia (79 province per l’esattezza, ovvero circa il 75% del territorio nazionale) e da 15 Paesi stranieri. La giuria, costituita da Mario De Rosa (Presidente Associazione Orion e Presidente giuria Premio internazionale Charles Baudelaire, Morano città d’arte), Alfonso Vincenzo Mauro (Direttore artistico “La congrega Letteraria”), Vincenzo Monfregola (Presidente CentroInsiemeOnlus e Premio “Una poesia per il futuro”), Massimiliano Zaino (filosofo), Alessandro D’Agostini (poeta), Marina Mattei (Curatrice musei capitolini), Mons. Jean Marie Gervais (Coadiutore del Prefetto del Vaticano), Luciano Monti (Docente LUISS, Guido Carli e Direttore Fondazione Bruno Visentini), Maciej Durkiewicz (Docente università di Varsavia), Antonio Derro (Docente Università di Torino), Vincenzo Pepe (Presidente Nazionale Fareambiente), Alessio Bonomo (Cantautore, paroliere), Natalia Litynska (Docente università ‘’La Sapienza’’, Roma e Università Nazionale Taras Schevchenko di Kyiv), Anna Maria Croce (commendatore della Repubblica Italiana), hanno dovuto selezionare le migliori  poesie per ciascuna categoria. Un compito arduo che, alla fine, ha premiato il componimento “Preghiera alla vita che toglie la vita” di Virginia Diaco, una giovane calabrese studentessa a Pisa, di 21 anni, che è divenuta la più giovane vincitrice dell’albo del concorso.
Al CNEL erano presenti il sindaco di Chiavenna Luca Della Bitta con l’assessore Lorenza Martocchi, assieme al prof. Scaramellini, presidente dell’Associazione di studi storici della Valchiavenna, che ha tenuto un intervento sulla figura del poeta Bertacchi, nonché l’associazione “Famiglia valtellinese” di Roma.
In tale giornata è stata insignita da Progetto Alfa di una medaglia ed una targa l’Associazione sondriese Scarpatetti, in considerazione dell’attività svolta finora e della loro sensibilità a mantenere vivo un quartiere storico attraverso l’arte.
I presidenti della giuria internazionale e nazionale, ovvero Marina Mattei, curatrice dei musei capitolini e il prof. Luciano Monti, docente alla LUISS, hanno tenuto una lectio magistralis rispettivamente sui temi “bellezza ed armonia” e “futuro dei giovani tra distonie ed utopie”, in considerazione del tema del concorso di quest’anno, che è stato “gioventù e bellezza”.
Si ringrazia sua Eccellenza dott. Mario Scalia, per aver supportato l’iniziativa ed aver concesso il patrocinio della Prefettura di Sondrio, assieme alla Provincia ed ai comuni di Sondrio, Chiavenna, Lanzada e Torre santa Maria.
Questo concorso ha ottenuto dal MIBAC il marchio dell’anno culturale europeo 2018.

Massimiliano Greco – Progetto Alfa

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews