Le fiabesche immagini della webcam al rifugio Casati-Guasti

Se volete provare la sensazione di pacifica solitudine e di perfetta armonia, come se vi trovaste immersi nella maestosità delle montagne, non vi resta che collegarvi periodicamente con le webcam installate in alcuni dei punti più panoramici delle Alpi. Ad esempio, quella che è stata montata lo scorso anno sul tetto della capanna Casati, puntata verso il Cevedale, regala paesaggi fiabeschi, soprattutto con l’arrivo dell’inverno e con la neve che rende tutto ovattato. La società responsabile della sua installazione (Scenari Digitali srl) verifica periodicamente le immagini delle webcam, che sono programmate per creare dei “timelapse”, una sorta di video derivanti dall’assemblaggio di singoli fotogrammi. Nei timelapse lo scorrere del tempo è ben evidente, ma in quelli riguardanti i rifugi alpini (come la capanna Casati o il Branca) diventa davvero affascinante: nuvole di panna che si squagliano e cambiano forma, il cielo che si tinge di tutta la tavolozza di blu, la nebbia che gioca a nascondino con lo spettatore. Il vento scompiglia le brume, che diventano tanti pennacchi di fumo che fuoriescono dalle montagne e in mezzo al tempestio del nevischio si possono vedere persino i vortici della tormenta! Seduti al caldo delle nostre comode poltrone, osserviamo il turbine scatenato dagli elementi naturali, che poi si scioglie pian piano fino a lasciare tutto nuovamente immerso nella quiete. Un piccolo spettacolo di poesia reso possibile da queste webcam.

Consiglio: da guardare senza accompagnamento musicale, lasciando che a parlarci siano solo le immagini.

 

Timelapse Monte Cevedale – 22 Novembre 2018

 

 

Anna

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews