Mancano sei settimane a Natale, e già ci si prepara per renderlo particolarmente speciale nella città di Sondrio. La Comunità Pastorale di Sondrio in collaborazione con il Comune, il comitato Pro Sassella, le scuole che aderiranno, gli alpini, le associazioni di volontariato e i Cori, Coldiretti, la sezione sondriese dell’Associazione nazionale carabinieri, la Casa circondariale di Sondrio, la sottosezione sondriese di Unitalsi,e tutti i numerosi volontari che si stanno rendendo disponibili,  stanno infatti lavorando alacremente per realizzare il Presepe Vivente in località Sassella, nel tragitto che si snoda dalla “Parete di roccia” proseguendo sulla strada che giunge alla Chiesa e terminando con la rappresentazione della Natività sotto il suo portico. La località sondriese sarà animata dalla splendida rappresentazione nelle serate di sabato 22 e domenica 23 dicembre.

“L’idea di questo progetto è che diventi un momento significativo di attrazione per il periodo natalizio, che possa far convergere in città persone presenti in tutta la valle, coinvolgendo nella sua realizzazione diversi gruppi o singoli che, in sinergia, lavorino per la sua buona riuscita – spiega l’assessore agli Eventi, Francesca Canovi -. Tutto il percorso sarà curato nei dettagli, così da rendere l’atmosfera coerente con la rappresentazione, ricreando scene e lavori dei tempi antichi, culminando con la rappresentazione della Natività. Per due serate faremo un tuffo nel passato, lasciandoci avvolgere da una suggestiva atmosfera carica di fede e spiritualità”.

Articolato il progetto presentato e su cui si sta ora lavorando. Tutto il presepe sarà “vivo”, con la presenza di comparse (pastorelli, contadini, ecc.) che accompagneranno i visitatori e simuleranno momenti di vita quotidiana. Tutto il percorso sarà illuminato con fiaccole, mentre le rappresentazioni avranno una illuminazione dedicata.

 

Comune di Sondrio

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews