NUOVE RISORSE E MISURE PER IL RIPRISTINO DEI BOSCHI

(LNews – Milano, 05 nov) Soddisfatto l’assessore al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni, che ha sottolineato come la richiesta dello stato di emergenza “sia fondamentale per poter ottenere tutti i fondi necessari a far fronte ai danni causati dall’eccezionale ondata di maltempo”.

4 MILIONI PER LE EMERGENZE PRIORITARIE – Foroni ha poi spiegato come Regione Lombardia stia già lavorando per trovare almeno 4 milioni di euro da destinare alle opere di pronto intervento in modo da riportare la situazione alla normalità nel più breve tempo possibile. “Quanto alla prevenzione – ha sottolineato Foroni – abbiamo investito circa 70 milioni di euro solo nel 2018 e ho sollecitato nuovamente il ministro dell’Ambiente per avere i 148 milioni di euro che spettano alla Lombardia per la difesa del suolo in base ad un accordo con il Governo centrale”.

MISURE AD HOC PER RIPRISTINO BOSCHI – Misure specifiche saranno messe in campo anche per il settore boschivo, come ha annunciato
l’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi. “Per quanto riguarda l’ambito agricolo-forestale – ha specificato Rolfi – stiamo studiando delle aperture di misure del Psr (Programma di Sviluppo rurale) destinate proprio al ripristino dei boschi, per far fronte a un problema nel problema, ossia l’effetto che questi giorni di maltempo ha avuto sulle foreste lombarde, con centinaia di ettari di piante divelte, che rappresentano oggi un grande rischio sia per la ricrescita del bosco che nel caso di future altre precipitazioni. Vanno dunque invitati i Comuni, i consorzi agricoli forestali e le imprese boschive a rimuoverli e lo faremo con misure specifiche”.

 

Lombardia Notizie

 

Foto: Fausto Compagnoni

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews