SONDALO TRAVOLGENTE IN CASA

RUGBY SONDALO – GEAS SESTO S. GIOVANNI 49-0 (p.t. 25-0)

SONDALO: Guizzardi, Emanuele Cossi (60′ Fioletti), Manzolini, Capetti, Caspani (60’ Minesso), Gobbi Frattini (74’ Simone Cecini), Viviani (60’ Mattia Cossi), Bormolini, Rossi, Sinclair (57’ De Giorgio),), Della Bosca, Robustelli Test, Enrico Pedranzini, Soppelsa, Di Corleto.

Allenatore: Paolo Parigi

MARCATORI: 5’ e 15’ c.p. Di Corleto, 20’ m. Capetti tr. Di Corleto, 26’ m. Bormolini tr. Di Corleto, 31’ m. Manzolini, 42’ m. Guizzardi tr. Di Corleto, 44’ m. Caspani, 74’ m. Rossi, 76’ m. Minesso tr. Di Corleto.

NOTE: Travolgente vittoria per il Sondalo nel secondo appuntamento stagionale del campionato di serie C2. A farne le spese il Geas Sesto S. Giovanni che si presentava in valle forte del primo posto in classifica grazie a due successi ottenuti nelle prime due giornate. Il Sondalo, pur con una partenza lenta, alla fine ha messo nel carniere sette mete dominando la gara dal primo all’ultimo minuto. Dopo una prima fase di studio, con il pallone costantemente in mano ai valtellinesi, durante la quale Di Corleto su quattro occasioni centrava i pali solo due volte, la gara si infiammava a metà tempo con un perfetto inserimento di Capetti che andava in meta vicino ai pali. Dopo la segnatura si assisteva ad un cambio di ritmo, sempre con i sondalini dettare legge. Inevitabile la seconda meta nata da una insistente azione di mischia e conclusa in mezzo ai pali da capitan Bormolini. Cinque minuti dopo altra insistita azione dei padroni di casa con meta al largo di Manzolini dopo una bella penetrazione dei trequarti.

Nella ripresa era ancora il Sondalo a farla da padrone e nel giro di due minuti andava a segno altre due volte, dapprima con l’estremo Guizzardi e poi con l’ala Caspani che chiudeva alla grande un’azione tutta alla mano iniziata ben dietro la metà campo e si meritava la standing ovation da parte del numeroso pubblico. Una volta assicurato il punto bonus e messo in cassaforte il risultato, la partita calava di tono anche perché in panchina c’era a disposizione solo un cambio per gli avanti e gli uomini di mischia hanno dovuto sobbarcarsi tutti gli ottanta minuti. Le forze fresche c’erano invece per le linee arretrate tra le quali c’è stato l’esordio del diciassettenne Michele Minesso, altro prodotto del vivaio sondalino, che ha onorato al meglio il suo debutto mettendo a segno l’ultima meta di giornata.

Paolo Parigi ha assistito tranquillamente da bordo campo alla prestazione dei suoi uomini e a fine gara con capitan Bormolini e con Diego Della Bosca già si interrogava sul futuro prossimo di questa squadra che “può candidarsi ad un ruolo importante nel girone. La controprova per valutarne il valore si presenta subito domenica prossima con la trasferta a Lecco, dove l’imperativo è vincere e convincere”.

Prossimo incontro: domenica 11 novembre a Lecco ore 12.30: Lecco – Sondalo

 

FEMMINILE COPPA ITALIA DI RUGBY A 7 – 3^ GIORNATA A LENO

CONTROPRESTAZIONE LADIES

SONDALO – STEZZANO 35-12 (4 m. Manzolini, 1 m. Pini)

SONDALO – ROVATO 5 -26 (1 m. Manzolini)

SONDALO – OPERA 21-26 (2 m. Piuselli, 1 m. Della Vedova)

SONDALO – ASR MILANO 14-47 (1m. Galli, Piuselli)

Classifica: 1° ASR Milano, 2° Rovato, 3° Opera, 4° Sondalo, 5° Stezzano

FORMAZIONE: Eleonora Della Vedova, Francesca Bassini, Lucrezia Manzolini, Natalie Piuselli, Maria Gobbi Frattini, Marilena Pini, Rachele Prevostini, Cristina Galli, Cristina Monaco, Sara Ferri, Giulia Cossi.

Allenatori: Ivan Dal Pozzo e Davide Pozzi.

Note: Dopo la brillante prestazione di domenica scorsa le ragazze dell’alta valle erano attese ad un’altra impresa nella terza giornata della Coppa Italia di rugby a 7 andata in scena sui campi di Leno. Inserita in un girone che non contemplava grandi nomi, su un campo pesantissimo e in un orario alquanto insolito, le 10.30 del mattino, per consentire alle atlete di assistere successivamente al match tra Italia e Scozia femminile in programma a Calvisano alle 13.45, la formazione valtellinese, ha invece offerto una controprestazione, vincendo la prima gara con Stezzano e poi inanellando tre sconfitte consecutive.

Superata agevolmente la formazione di Stezzano nella prima gara con la capitana Manzolini in evidenza e autrice di quattro mete, nella seconda gara con il Rovato già si intravvedevano le difficoltà a muovere la palla nel fango e ad impostare una difesa adeguata contro gli attacchi a percussione delle avversarie. Le bresciane si imponevano alla fine per quattro mete a una, mettendo più di un dubbio ad un Sondalo in difficoltà. Le difficoltà continuavano nella terza gara giocata punto a punto con la formazione di Opera ed alla fina persa con un divario di soli cinque punti. Una maggiore attenzione in fase difensiva forse avrebbe permesso alle sondaline di condurre in porto vittoriosamente la gara. Ultima gara con l’ASR Milano già incontrato e battuto due volte in questo inizio stagione. Le valtellinesi, scoraggiate per l’andamento del torneo, hanno rinunciato a combattere fin dalle prime battute lasciando via libera alle milanesi. “Una prestazione che lascia un po’ di amaro in bocca – è il commento a caldo di Ivan Dal Pozzo – D’accordo che la squadra era molto rimaneggiata, con tanti rientri da infortunio e due esordienti. Il terreno pesante poi ha creato troppi affanni in fase offensiva e non tutti i meccanismi di gioco hanno funzionato a dovere. Una trasferta che porta comunque soddisfazione, nonostante una controprestazione inattesa. Il gruppo c’è e sta lavorando bene. Oggi la consideriamo come la classica giornata no e continuiamo a guardare avanti con fiducia”.

 

Aldo Simonelli
Rugby Sondalo – sezione della Polisportiva Sondalo Sport

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews