Operazione di Protezione Civile al Passo Stelvio per la messa in sicurezza delle persone isolate

Si è conclusa nella giornata di mercoledì 31 ottobre una importante operazione di Protezione Civile per la messa in sicurezza di 193 persone rimaste isolate nelle strutture ricettive in località Passo dello Stelvio (2.700 – 3.200 mt.), a seguito delle abbondanti precipitazioni nevose degli ultimi giorni e delle avverse condizioni atmosferiche attualmente in corso.

L’intervento  si è reso necessario per porre termine all’ emergenza determinatasi a seguito dello stato di isolamento ad alta quota delle predette persone, delle quali 104 rappresentate da turisti ed 89 da proprietari/dipendenti degli alberghi/rifugi in loco.

Con decreto Prefettizio del 30 ottobre è stato costituito un Centro Operativo Misto (COM) per il coordinamento delle azioni utili alla gestione di tale emergenza,  con lo scopo precipuo di porre in atto quanto necessario per ripristinare la viabilità verso il Passo dello Stelvio e consentire il rientro a valle delle persone temporaneamente isolate.

Il COM, composto dai rappresentanti delle principali Istituzioni Pubbliche, dalle Forze di Polizia, dalle Strutture di Protezione Civile , dal Corpo dei Vigili del Fuoco, dalle strutture di Pubblica Assistenza e da quelle di Soccorso, nonché da operatori privati, ha attentamente valutato e considerato ogni possibile soluzione operativa che garantisse la massima sicurezza e tranquillità dell’intervento, sia per l’incolumità delle persone in isolamento sia per gli operatori a vario titolo coinvolti nelle operazioni di soccorso.

A seguito del fattivo contributo di tutti i partecipanti al COM, si è giunti alla decisione di percorrere due soluzioni di intervento: la prima con il ripristino della percorribilità della S.S. 38 mediante rimozione della coltre nevosa che ne ostruiva il passaggio e la seconda mediante intervento aereo con imbarco e trasporto a valle delle persone a mezzo elicottero.

Grazie alla immediata risposta della Protezione Civile Nazionale è stato possibile avere la sicurezza della disponibilita di 4 elicotteri, uno direttamente dalla P.C. e 3 dall’Esercito Italiano. Altrettanto pronta è stata la risposta di ANAS che tramite le sue imprese incaricate ha immediatamente iniziato ad operare per lo sgombro neve sulla Statale dello Stelvio.

Durante la giornata, beneficiando di una finestra temporale di condizioni metereologiche più favorevoli, è stato possibile effettuare una serie di voli tra il Passo dello Stelvio e Bormio e riportare a valle ca. 90 persone (metà delle quali minorenni) ed organizzare una colonna di autoveicoli che, opportunamente scortata da personale di servizio, ha potuto percorrere in tutta tranquillità il tragitto verso valle.

Con grandissima soddisfazione l’operazione si è brillantemente conclusa e tutte le persone sono potute rientrare sane e salve ed iniziare il rientro alle proprie abitazioni.

Il lavoro sinergico di tutti coloro che a vario titolo hanno contribuito al successo della vicenda, ha prodotto frutti di elevata professionalità e di non comune dedizione e sensibilità.

Desideriamo pertanto esprimere il nostro più sincero e sentito apprezzamento e ringraziamento a tutti gli attori, dal più piccolo al più grande.

 

Il prefetto di Sondrio Scalia

Il Sindaco di Bormio R. Volpato

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews