La MelaVertical ha aperto la 30^ Sagra della mela e dell’uva

 

Lo scialpinista dell’Esercito Michele Boscacci ancora vincitore (come nel 2017, ma stavolta con un tempo di 32’33”) davanti a Marco De Gasperi e Pietro Lenzi. Elisa Sortini davanti a Alba De Silvestro ed Elisa Desco. Questi i podi maschile e femminile della parte agonistica del MelaVertical, il chilometro verticale sempre più apprezzato e andato in scena sabato pomeriggio a Villa di Tirano come apertura sportiva della trentesima Sagra della mela e dell’uva.

La competizione prevedeva, partendo da Villa a 400 metri di quota, di raggiungere il maggengo di Sasso posto a 1416 metri di quota in 3,3 chilometri di sviluppo. Soddisfatti gli organizzatori della Pro loco di Villa. “E’ andata in archivio – ha detto il presidente Fabrizio Rossatti – la seconda edizione del MelaVertical e dal lato organizzativo non possiamo che essere soddisfatti. La gara è stata impostata in tempi davvero stretti, ma un parterre d’eccezione di questo rango sia al maschile che al femminile non può non farci credere che questa manifestazione possa essere lanciata in futuro verso traguardi sempre più importanti”.

E con questo evento sportivo (ricordiamo l’abbinamento combinata verticale per chi parteciperà alla Stralunata del 21 febbraio 2019 ad Aprica), c’è stato in pratica il via alla Sagra, fissata dal 10 al 14 ottobre. I primi appuntamenti saranno mercoledì 10 alle 20.45 la conferenza Coldiretti “I progetti di filiera: come attivare i processi di valorizzazione delle produzioni locali”. La serata si svolgerà in contrada Beltramelli. Poi venerdì 12 ottobre alle 19 la serata di apertura “A me la birra” con l’orchestra Spritz Band, cucina aperta e servizio bar. Appuntamento al polifunzionale. Sabato e domenica le giornate clou.

 

 

Ufficio stampa

Marco Quaroni Pinchetti

349.8079233

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews