VALTELLINA: ANCHE CONTADOR E BASSO HANNO SCELTO LE ECCELLENZE DI QUESTA VALLE

“I prodotti enogastronomici realizzati in Valtellina sono conosciuti in Italia e nel mondo e sono apprezzati per la loro elevata qualita’. Sto pensando alle mele, ai formaggi, alla bresaola e al vino che, nella loro creazione, concorrono in modo importante a mantenere questo straordinario territorio, interamente montano, e caratterizzato da un paesaggio stupendo fatto di frutteti e terrazzamenti vitati, la cui produzione di vino e’ notevolmente
importante perche’ tutti i lavoratori che si dedicano a questa attivita’ riescono a creare benessere”. Lo ha detto l’assessore alla Montagna, Enti locali e Piccoli Comuni Massimo Sertori, a margine del convegno ‘La Valtellina
alimenta lo sport’, tenutosi questo pomeriggio a Chiuro (So).

QUALITA’ DELLA VITA –  “L’intera filiera – ha continuato Sertori –  consente di mantenere una qualita’ della vita e dell’aria ad un livello positivo, tanto da far posizionare la Valtellina ai primi posti delle classifiche e tutto questo e’ possibile grazie ai boschi, alle coltivazioni, ai frutteti, ai vigneti e infine agli alpeggi, dove vengono realizzati latte e formaggi famosi, fra tutti il bitto”.

SPORT VETRINA DEL POTENZIALE VALTELLINESE – “Durante il convegno – ha proseguito l’assessore – erano presenti anche Ivan Basso e Alberto Contador, a testimonianza di quanto l’attivita’ sportiva ricopra un ruolo fondamentale per la Valtellina e, insieme al turismo e alla produzione enogastronomica, rappresentino settori estremamente collegati e non a se stanti. I grandi eventi sportivi hanno permesso di far conoscere a tutto il mondo i
passi della Valtellina e mostrato un tipo di territorio che si presta perfettamente a questi tipi di attivita’ che in ambito turistico peraltro consentono in maniera importante a poter destagionalizzare l’offerta turistica”.

TERRITORIO DA PRESERVARE – “Anche i rappresentanti istituzionali – ha concluso Sertori – hanno investito in questa direzione come accaduto per il sentiero Valtellina, o ancora per il collegamento tra la Svizzera e il lago di Como, ma anche recentemente per il collegamento ciclabile della Valcamonica. Le politiche vincenti degli ultimi anni sono riuscite a massimizzare gli straordinari potenziali di un territorio come il nostro, che ha come principale punto di forza il territorio. E a noi e’ affidato il difficile compito di preservarlo, ma credo che stiamo andando nella direzione giusta”.

 

Lombardia Notizie

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews