Sagra della mela e dell’uva, la 30esima edizione

Quella del 2018 sarà la trentesima Sagra della mela e dell’uva di Villa di Tirano. La manifestazione enogastronomica che esalta i prodotti della nostra frutticoltura celebrerà il particolare compleanno con un intero mese di eventi, che da fine settembre arriveranno fino a fine ottobre. La Pro loco villasca, presieduta da Fabrizio Rossatti è al lavoro da tempo, e i dettagli soprattutto di certe serate che attendono conferma non possono ancora essere svelati, ma l’impianto è già chiaro.

Si comincia il 29 settembre con la seconda edizione del MelaVertical, gara di corsa in montagna competitiva e passeggiata ludico motoria aperta a tutti per un dislivello totale pari a 1000 metri e distanza pari a 3,3 chilometri. Poi si passa al weekend successivo, con venerdì 5 ottobre sera in auditorium Mascioni, a cura della Biblioteca comunale in collaborazione con l’Ecomuseo della Resistenza in Mortirolo, la conferenza “Morti in guerra senza combattere: la costruzione della Caserma Campellio e la valanga alla Malga Caldea”.

Sabato 6 ottobre un grande evento che attende ancora conferma definitiva, mentre domenica 7 “I luoghi della Grande guerra: visita guidata alle trincee di Lughina” a cura di Fulvio Santarossa. Poi il via vero e proprio alla Sagra con l’annuale conferenza della Coldiretti giovedì 11 ottobre. Venerdì 12 conferenza per le scuole di Villa il mattino sempre sulla Grande Guerra e la sera “A Me la Birra” con apertura cucina e a seguire spettacolo con orchestra Spritz Band.

Sabato 13 ottobre come sempre alle 19 l’apertura ufficiale della Sagra con lo spettacolo “Le fontane danzanti” e poi serata danzante con l’orchestra Roberto Tagliani. Domenica 14 il giorno più atteso, dalle 9 del mattino Mela pedalo dal Col d’Anzana, mercatini, trenino, trattori d’epoca, giro in carrozza con i cavalli, voli panoramici. Poi pranzo al Polifunzionale e a seguire spettacoli con Gruppo El Salvanel di Cavalese, Fanfara dei Bersaglieri di Morbegno, Banda di Villa di Tirano, Motoseghe fuori giri in collaborazione con l’Associazione Valtellina Intagliatori, 17esima rassegna corale Mela-Canto. La sera cena del buon raccolto della Cooperativa Melavì, a seguire premiazioni del concorso “La miglior mela di Valtellina” e serata danzante con orchestra Valtellina Liscio Band. Ma non è tutto.

Dal 5 al 14 ottobre nella sala del consiglio comunale a cura della Biblioteca la mostra “I lavori di recupero della Caserma Campellio” allestita da Edoardo Nonelli e Ezio Gulberti.

Sabato 20 ottobre all’auditorium comunale spettacolo della Compagnia teatrale Si fa per ridere di Bianzone. Infine, domenica 21 ottobre l’intera giornata a cura della Biblioteca comunale su “I luoghi della Grande Guerra: visita guidata al Museo della guerra bianca in Adamello di Temù e al Sacrario Militare del Tonale”. Insomma, un mese intenso per celebrare una kermesse che negli anni ha esaltato il nome della frutticoltura valtellinese in tutta Italia e oltre.

 

 

Ufficio stampa

Marco Quaroni Pinchetti

349.8079233

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews