Enjoy Stelvio National Park: i grandi passi alpini del Parco Nazionale dello Stelvio liberi dal traffico motorizzato

Si è svolto lo scorso fine settimana l’ultimo evento del 2018 organizzato nell’ambito di Enjoy Stelvio National Park. Nei giorni tra venerdì 31 agosto e domenica 2 settembre sono state chiuse al traffico motorizzato le principali strade d’alta quota del Parco Nazionale dello Stelvio.

Per la terza volta nell’arco della stagione estiva il Parco, supportato da un lungo elenco di sostenitori, ha organizzato la chiusura al traffico di auto e moto delle strade di accesso dei più famosi passi alpini (Gavia, Mortirolo, Stelvio e Cancano). Un modo per consentire agli amanti della natura e dello sport all’aria aperta di godere in tranquillità degli splendidi paesaggi alpini e delle bellissime strade montane dell’area protetta.

A causa del maltempo, la scalata al Mortirolo e la salita a Cancano, previste per venerdì 31, sono state annullate.

Si sono invece svolte regolarmente l’ormai classica Scalata Cima Coppi, evento clou del fine settimana svoltasi sabato 1, e la salita al Gavia di domenica 2.

Molti sono stati i coraggiosi che hanno sfidato pioggia, neve e freddo pur di giungere in cima ai passi che tanta parte hanno avuto nella storia del ciclismo. Oltre 1.000 i ciclisti e più di un centinaio i camminatori che hanno affrontato i 40 tornanti dello Stelvio sul versante lombardo. Di poco superiore il numero dei biker che hanno salito il celebre passo dal versante Alto-atesino.

La scalata al Gavia ha visto numeri inferiori, ma non meno entusiasmo.

Tra gli ardimentosi che hanno affrontato le scalate era presente anche Tito Boeri, presidente INPS, che ha affrontato entrambe le salite. Domenica, sulle rampe del Gavia, una celebrità del mondo del ciclismo, Ivan Basso, ha raggiunto il Passo assieme ad Alessandro Meinardi, direttore del Parco Nazionale.

Lungo i percorsi, a dispetto delle difficoltà dovute all’inclemenza del tempo, i partecipanti hanno potuto beneficiare dei punti di ristoro e di assistenza, degli intrattenimenti e delle tante iniziative “di contorno” garantiti dal personale del parco e dai tanti collaboratori e amici che hanno condiviso, in questi giorni come negli altri eventi di quest’estate, lo spirito di quest’iniziativa.

A tutti loro, e a tutte le amministrazioni, enti e associazioni cha hanno aderito e partecipato, un “caldo” ringraziamento.

Ma grazie soprattutto agli sportivi “temerari” che hanno dato vita a queste giornate cimentandosi sulle strade della storia. La vostra presenza ci ha confortato: siamo sulla strada buona. La strada dei passi alpini del Parco.

 

A breve sul sito enjoystelviopark.it saranno disponibili le fotogallery degli eventi.

 

Massimo Favaron

Ufficio Didattico Direzione Parco dello Stelvio

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews