Valdidentro: Cancano e Val Viola sempre più a misura di pedoni e ciclisti

Per migliorare la fruibilità nelle aree di Cancano, della Val Viola e della Val Lia, valli del Comune di Valdidentro frequentate da un numero sempre maggiore di turisti, dal 14 luglio fino al 2 settembre verrà riattivato il traffico limitato.

In Val Viola e in Val Lia restano in vigore le misure di limitazione al traffico introdotte negli scorsi anni, mentre per quanto riguarda Cancano, invece, sono in arrivo modifiche rilevanti.

“La novità di quest’anno riguarda la chiusura dell’intero tratto intorno ad entrambi i laghi, che sarà quindi possibile percorrere soltanto in bicicletta, a piedi o tramite i due servizi navetta che percorreranno il tratto dei laghi” – dichiara Matteo Dessì, Assessore al Turismo del Comune di Valdidentro.

“L’Amministrazione Comunale infatti ha agito tenendo in considerazione i trend turistici delle altre località di montagna che presentano le medesime caratteristiche. È infatti in crescita esponenziale da parte degli utenti la richiesta di poter fruire di itinerari liberi da traffico e veicoli, in modo da poter vivere indisturbati un’esperienza a contatto diretto con la natura. La scelta di chiudere l’intera area attorno ai laghi è quindi innanzitutto una scelta per favorire il più possibile la mobilità dolce. Promuoverne l’utilizzo per giornate a piedi o in bicicletta, godendo dei fantastici panorami di Cancano in totale relax, è il nostro obiettivo primario” – continua Dessì.

“Il servizio navetta nell’area di Cancano, per il quale il Comune di Valdidentro e il Parco Nazionale dello Stelvio congiuntamente hanno investito quasi 40.000 euro, svolge il compito di mezzo di trasporto e non di un bus turistico per fare il giro dei laghi. Quest’anno il servizio verrà svolto su due tratte, proprio per coprire entrambi i laghi.

Attuare lo scorso anno questa decisione, visto il cambio di amministrazione, avrebbe certamente creato non pochi problemi. La scelta di questa amministrazione, già ampiamente esposta durante la campagna elettorale del 2017, e verificata sul campo durante l’estate scorsa, sarà attiva per i prossimi anni. Il nostro obiettivo è quello di mantenere questo impianto per l’area di Cancano da qui in avanti. Sapere fin d’ora che per i prossimi anni la chiusura dell’area di Cancano resterà invariata può senz’altro permettere agli operatori di ragionare sul lungo periodo per scelte strategiche e investimenti.”

L’appalto è stato studiato per garantire sul tratto del primo lago l’afflusso di circa 50 persone a tratta, con una frequenza di circa 45-50 minuti, calcolando che nell’orario di massimo afflusso (tra le 9 e le 10:30) sarà garantito il trasporto di circa 150-160 persone.

Per quanto riguarda, invece, il percorso perimetrale del secondo lago è stato potenziato il servizio esistente degli anni precedenti.

“La decisione è stata anche condivisa con chi ha partecipato all’appalto che, non solo ha fatto un’offerta economica, ma ha anche contribuito alla stesura tecnica dello svolgimento del servizio” – precisa Enrico Maccarini, consigliere comunale di Valdidentro che ha seguito insieme ai suoi colleghi dell’assessorato al turismo la gestione dell’area di Cancano.

 

Venti27 – Ufficio Stampa

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews