Torino al lavoro anche… fuori dal campo!

Prosegue senza soste e senza intoppi il ritiro precampionato bormino del Torino che, arrivato domenica pomeriggio, si è allenato anche ieri agli ordini di un attivissimo mister Mazzarri, vigile su movimenti e interpretazioni di fasi di gioco e sempre col blocchetto di fogli e appunti in mano. Davanti ad un centinaio di tifosi, il Toro sta muovendo i primi passi. Al mattino esercizi tecnici e tattici, uno contro uno con conclusione in porta. Portiere ben torchiati, come al solito, dal preparatore. Il tutto in un clima allegro e disteso nel quale si sono calati anche i due nuovi arrivi Soualiho Meité e Gleison Bremer, il difensore brasiliano che è arrivato a Bormio nella tarda mattinata di ieri e che si è allenato con la squadra nel pomeriggio. E “numero” di alta scuola del Generale Rincon che da posizione impossibile ha infilato la porta con un tiro ad effetto per un “golazo” che è andato subito a finire sui social! Nel pomeriggio mister Mazzarri ha optato per una partitella a metacampo e a ranghi contrapposti fino alle 18. Poi tutti i giocatori, portieri esclusi, si sono recati nei prati adiacenti il centro sportivo per una sessione di corsa agli ordini del preparatore atletico.

Il programma del ritiro del TORINO prevede di qui al 22 luglio due sedute di allenamento giornaliere, aperte al pubblico, una al mattino (con inizio alle 9.30/10) e una al pomeriggio (inizio alle 16.45). Tre le amichevoli in programma: sabato 14 alle 17 il Torino affronterà i padroni di casa della Bormiese (Seconda categoria), sabato 21 alle 17 sarà la volta di Torino – Pro Patria Serie C mentre il gran finale è previsto per domenica alle 16 con il match tra Torino e Renate (Serie C).

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews