Bando per l’assegnazione di cofinanziamenti per progetti di videosorveglianza

Regione Lombardia prevede, per il biennio 2018/19, in attuazione della  l.r. 1 aprile 2015 n. 6, un cofinanziamento a favore dei Comuni, in forma singola o associata per tutte le funzioni di polizia locale, per la realizzazione di nuovi impianti, per l’implementazione e la sostituzione di sistemi di videosorveglianza esistenti, nonché per la realizzazione di impianti dotati esclusivamente di telecamere di rilevazione targhe.
L’azione si attua attraverso il finanziamento di progetti riguardanti:

  1. Impianti di videosorveglianza con telecamere sia di contesto che di lettura targhe. Si tratta di realizzazione ex novo, implementazione o sostituzione del sistema esistente, con l’istallazione di almeno una telecamera di contesto, destinata esclusivamente al controllo e monitoraggio di edifici o aree sensibili del territorio e almeno una telecamera destinata alla lettura targhe.
  2. Impianti di videosorveglianza con sole telecamere di allertamento e lettura targhe. Si tratta di realizzazione ex novo, implementazione o sostituzione del sistema esistente, unicamente con telecamere di allertamento e lettura targhe.
  3. Impianti di videosorveglianza con sole telecamere di contesto. Si tratta di realizzazione ex novo, implementazione o sostituzione del sistema esistente, unicamente con telecamere di contesto destinate esclusivamente al controllo e monitoraggio di edifici o aree sensibili del territorio.

Un Ente può partecipare solo in forma singola, associata o come componente di una Comunità Montana/Unione di Comuni. Ciò significa che, nel caso in cui un Comune partecipi sia in forma singola che in forma associata ad altri Enti, entrambe le domande di accesso al contributo sono escluse dall’istruttoria.
Regione Lombardia, ai sensi dell’art. 26 della l.r. 6/2015, prevede una misura premiale per i corpi di polizia locale con una dotazione organica minima di 18 operatori, che assicurino la continuità del servizio per almeno 2 turni, per un minimo di 12 ore (7 giorni su 7) e una reperibilità sulle 24 ore, secondo il sistema organizzativo di ogni singolo ente.
Ne consegue che il corpo o servizio di polizia locale può beneficiare della citata misura premiale esclusivamente se possiede contemporaneamente e senza interruzione, tutti i requisiti indicati.
Possono partecipare i Comuni singoli dotati di un corpo o servizio di polizia locale, in organico con contratto a tempo indeterminato, gli Enti associati, le Comunità Montane/Unioni di Comuni, associati per tutte le funzioni di polizia locale per un periodo non inferiore a 5 anni (artt. 8 e 13 della l.r. 6/2015 e l.r. 19/2008), dotati di un corpo o di un servizio di polizia locale, in organico con contratto a tempo indeterminato.

Cofinanziamento.

Il cofinanziamento, che deriva da risorse regionali, è assegnato, a fondo perduto, alle tipologie di Ente richiedente e secondo gli importi di seguito specificati:

€ 3.600.000,00, suddivisi in:

– € 2.800.000,00, per i progetti presentati da Comunità Montane/Unioni di Comuni ed Enti associati
– € 800.000,00, per i progetti presentati da Comuni singoli

Il contributo è assegnato sotto forma di cofinanziamento, tenendo conto dei seguenti massimali:
– per i Comuni singoli dotati di un corpo o servizio di polizia locale, in organico con contratto a tempo indeterminato, il cofinanziamento regionale è pari all’80% del costo del progetto validato, fino ad un massimo di € 40.000,00;
– per le Comunità Montane/Unioni di Comuni, associati per tutte le funzioni di polizia locale per un periodo non inferiore a 5 anni (artt. 8 e 13 della l.r. 6/2015; l.r. 19/2008), dotati di un corpo o di un servizio di polizia locale, in organico con contratto a tempo indeterminato, il cofinanziamento regionale è pari all’80% del costo del progetto validato, fino ad un massimo di € 60.000,00;
– per gli Enti Associati, convenzionati per tutte le funzioni di polizia locale per un periodo non inferiore a 5 anni (artt. 8 e 13, l.r. 6/2015), dotati di un corpo o di un servizio di polizia locale, in organico con contratto a tempo indeterminato, il cofinanziamento regionale è pari all’80% del costo del progetto validato, fino ad un massimo di € 80.000,00.

Ulteriori informazioni alla pagina:

http://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/DettaglioBando/servizi-e-informazioni/enti-e-operatori/polizia-locale-e-sicurezza/polizia-locale/progetti-videosorveglianza-polizia-locale/progetti-videosorveglianza-polizia-locale

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews