Bormio-Alpe d’Huez: un legame vivo

La Filarmonica Bormiese è appena rientrata dalla Francia, dove ha fatto visita agli amici dell’Alpe d’Huez in un’occasione davvero speciale, come ci spiega il clarinettista Arrigo Canclini: “Trasferta in Francia di una rappresentanza della Filarmonica Bormiese per onorare la memoria dei maquisards (partigiani francesi) che hanno combattuto e sconfitto l’armata tedesca nella valle de l’Oisans (vicino a Grenoble). Alle azioni hanno partecipato combattenti partigiani di diverse nazioni, tra cui decine di italiani riparati in Francia perseguitati dal regime fascista. Quest’anno durante la cerimonia si sono ricordati in particolare dei caduti di origine italiana. Presente, con le autorità e le associazioni francesi, una rappresentanza dell’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) di Oulx (Torino) e il vessillo della Brigata Stelvio”.

Non è la prima volta che i rappresentanti del nostro comprensorio vengono invitati all’Alpe d’Huez, nè che gli amici francesi giungano in visita da noi: dal 2005 Bormio e l’Alpe d’Huez sono unite in un gemellaggio che, col tempo, si è cementato grazie a rapporti di sincera cordialità e di genuina collaborazione; l’avvicendarsi delle diverse amministrazioni non ha minimamente intaccato il seme gettato dai primi artefici di questa iniziativa, un seme che tutt’oggi germoglia e produce frutti sotto forma di scambi culturali, di visite reciproche, di inviti amichevoli e di altre diverse iniziative che – a vario titolo – coinvolgono il territori (l’ultima in ordine di tempo è stata una mostra allestita dagli amici francesi per celebrare vari campioni sportivi, all’interno della quale hanno trovato spazio anche molti nostri convalligiani (http://www.altarezianews.it/2018/02/13/lalpe-dhuez-festeggia-i-nostri-campioni/).

Marie Thérèse Cleau e Arrigo Canclini sono coloro che hanno tenuto saldo il legame tra Bormio e l’Alpe d’Huez e in ogni occasione d’incontro hanno potuto rinnovare l’amicizia a nome di entrambe le comunità. Gli siamo grati per questo, perché ci dimostrano che non esistono barriere quando la volontà e l’amicizia muovono le persone!

 

Anna

 

 

CJLESCHOSJUIN2018MAQUISOISANS.

 

Fare memoria – Copia

 

Foto: http://ansoraa.isere.over-blog.com/

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews