EDISON SUI BANCHI DI SCUOLA DELLA VALCHIAVENNA

Edison rinnova il forte legame con la Valchiavenna e la Valtellina e prosegue il progetto di educazione ambientale per la scuola rivolto ai più giovani.

Un patto con il territorio avviato con la cessione alla Comunità Montana della Valchiavenna e ai Comuni Verceia e Novate Mezzola del percorso naturalistico turistico Tracciolino, un sentiero di 10 km costruito negli anni ’30 per collegare con un piccolo treno Decauville diga e opere di presa di Edison situate in Val Codera e in Val dei Ratti a servizio dell’impianto idroelettrico di Campo che è stato oggetto di un’importante riqualificazione a opera degli enti locali, il cui utilizzo è stato donato da Edison alla comunità locale e che è proseguito con un progetto di valorizzazione del sentiero che ha visto come protagonisti i ragazzi.

Nel corso del 2017, grazie a un team di biologi ed esperti ambientali di AECOM e la supervisione del Consorzio per la promozione turistica della Valchiavenna, 35 studenti della Scuola Media dell’Istituto Comprensivo di Novate Mezzola hanno lavorato alla valorizzazione del Tracciolino, realizzando alcuni pannelli illustrativi che sono stati posizionali lungo il percorso turistico con lo scopo di favorire il turismo sostenibile che potrà fare da volano per la crescita del territorio (camminate, corse in montagna, gare di mountain bike).

“Vogliamo stimolare nei ragazzi la consapevolezza del saper progettare per valorizzare il proprio territorio in modo innovativo e sostenibile a partire dal lavoro di approfondimento e promozione del Tracciolino” – dichiara Marco StangalinoDirettore del Dipartimento Idroelettrico e Sviluppo Fonti Rinnovabili di Edison – La responsabilità verso le comunità che ospitano i nostri impianti, la tutela e la promozione della biodiversità e l’attenzione alle giovani generazioni sono parte integrante della nostra strategia aziendale che si fonda sulla missione di costruire un futuro di energia sostenibile”.

Una volta acquisite le conoscenze scientifiche di base in una sessione in aula interamente dedicata alle tematiche di protezione dell’ambiente e della biodiversità, è seguita una giornata di rilevazioni sul campo. Accompagnati da esperti biologi, i ragazzi hanno toccato con mano quanto appreso in classe, osservando di persona le varie specie di animali e piante e cogliendo l’enorme potenziale del sito. I risultati delle analisi svolte hanno portato all’elaborazione da parte delle classi coinvolte dei contenuti di 3 cartelloni che sono stati realizzati da Edison e apposti lungo il percorso del Tracciolino a fine 2017; una sorta di “percorso didascalico del Tracciolino” che fornirà ai futuri visitatori alcune indicazioni sulla biodiversità del luogo e sui corretti comportamenti da tenere per preservarla.

Oggi i ragazzi hanno partecipato a una giornata dedicata a un Hacktahon, una progettazione collettiva, guidata da esperti facilitatori di FABLAB, a cui gli studenti hanno partecipato in squadre.

Dopo una giornata introduttiva sulle nuove tecnologie digitali che ha consentito agli studenti di prendere confidenza con stampa 3D ed elettronica programmabile, i ragazzi hanno lavorato a un progetto concreto di valorizzazione del proprio territorio in modo innovativo e sostenibile.

 

Ufficio stampa Edison

http://www.edison.it/it/contatti-2

http://www.edison.it/it/media

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews