Consiglio Comunale Valdidentro del 9 marzo

Si è appena concluso il primo consiglio comunale dell’ anno 2018 del Comune di Valdidentro, con all’ ordine del giorno numerosi punti, vista anche la presenza di alcune interrogazioni e interpellanze del gruppo di minoranza

I punti principali della seduta hanno riguardato le approvazioni dei regolamenti entrate comunali, presentati dal consigliere Moreno Balatti. Da segnalare l’approvazione all’unanimità degli stessi, che salvo qualche piccolo correttivo confermano le tariffe già presenti.

L’intervento ha preceduto quello più corposo esposto dall’Assessore al Bilancio Matteo Dessì.

Il bilancio presentato ha una previsione di spesa pari a quasi 9,8 milioni di euro, tutti obbligatoriamente coperti da entrate, generando quindi il pareggio di bilancio imposto per legge. Una parte consistente delle spese vanno a finanziare il capitolo opere pubbliche, che prevede un impegno di oltre 8 mil di euro nel triennio 2018/2020.

Tra gli interventi più significativi troviamo quelli più volte citati previsti dalle aree interne, gli interventi di messa in sicurezza del versante di Fior d’Alpe, il secondo lotto della manutenzione straordinaria delle scuole elementari di Isolaccia, il marciapiede in località Folon, la realizzazione di aree di parcheggio, in particolar modo nella frazione di Semogo e una serie di interventi di valorizzazione del territorio come completamenti di piste ciclabili e interventi legati ai dissesti idrogeologici.

Particolare da sottolineare è quello legato alla presenza di due interventi che verranno realizzati nel 2018, ovvero la manutenzione di Via Le Ponti a Semogo e dell’Alpeggio Val Alpisella, per un totale di € 350.000. Questi fondi verranno finanziati con avanzi di amministrazione, solitamente vincolati, per il quale nel mese di gennaio 2018 è stata presentata richiesta e ricevuta autorizzazione a fruire di  uno “spazio finanziario”.  Attraverso questo procedimento, lo stato permette di recuperare avanzi di bilancio di anni precedenti che diversamente sarebbero indisponibili, per finanziare opere  dotate di un progetto immediatamente esecutivo. Questa procedura è stata attivata e autorizzata a fine febbraio e si tratta di un prima assoluta per il comune, che mai in passato aveva intrapreso questa strada e che aumenta notevolmente la capacità di investimento delle opere pubbliche.

Previsi inoltre annualmente € 700.000 di investimenti in istruzione, € 360.000 nell’ ambio sociale (che includono contributi alle associazione del territorio per € 100.000), iniziative culturali per € 110.000 (metà dei quali destinati al funzionamento della biblioteca), la riconferma del contributo di € 40.000 alle imprese artigiane per il bando energia e infine i fondi destinati allo sviluppo turistico con circa € 400.000 a bilancio di cui ca. € 300.000 destinati alla Proloco e a Bormio Marketing.

In merito alle entrate va segnalato il trasferimento statale di oltre € 2,5 mil e i canoni e sovracanoni derivanti dallo sfruttamento delle acque per € 200.000.

Al termine della presentazione dello schema di bilancio, è stato presentato dall’Assessore Elisabetta Gurini il regolamento per l’istituzione di un albo di volontari civici.

Questo passaggio, come evidenziato durante l’esposizione, si prefigura come il primo passo per l’attuazione del programma elettorale in merito allo stimolo della cittadinanza attiva. In questo modo il comune potrà mettere a disposizione del territorio una lista di volontari per servizi di vario genere, come l’assistenza all’ attraversamento pedonale dei bambini negli orari scolastici o le giornate dedicate al territorio. Novità recente (gennaio 2018), che ha stimolato alla realizzazione di tale albo già presente in numerosi comuni, è il parere favorevole della corte dei conti alla spesa da parte dei comuni in assicurazioni che tutelino l’attività dei volontari.

La risposta a questa iniziativa spetta ora ai cittadini che sono invitati ad iscriversi e a mettere a disposizione liberamente e gratuitamente una piccola parte del loro tempo.

La seduta ha visto la sua conclusione con la risposta a 4 tra interrogazioni e interpellanze del gruppo di minoranza.

Sono state chiarite le scelte della nuova amministrazione in merito alle riprese del consiglio comunale, prima pagate con fondi del comune ed ora gratuitamente riprese da alcuni cittadini e messe a disposizione su un canale pubblico YouTube denominato Comune di Valdidentro. E’ stato esposto dal sindaco Massimiliano Trabucchi il progetto di valorizzazione di Cancanosottoposto ad A2A in un incontro tenutosi a febbraio.

Respinte al mittente le osservazioni sulla mancata attuazione del baratto amministrativo, vista anche l’approvazione del regolamento volontari civici, atto propedeutico all’ introduzione in futuro di questa misura. Si è messo anche il capitolo fine alla querelle delle ultime settimane sulla compatibilità della carica di assessore all’ urbanistica di Ivano Schivalocchi che ha confermato di non esercitare alcuna attività professionale nel comune di Valdidentro e che quindi il suo ruolo è perfettamente legittimato.

L’intero Consiglio è stato caratterizzato da una corposa discussione tra maggioranza e minoranza su molti punti del programma dell’attuale Amministrazione e la richiesta di chiarimenti sulla sua attuazione.

Numerosa la presenza in sala di cittadini che hanno particolarmente apprezzato la presentazione multimediale del bilancio fatta dall’Assessore Dessì.

 

Venti27 – Ufficio Stampa

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews