Asst ValtLario partecipa alla giornata di sensibilizzazione sui disturbi alimentari del 15 marzo

Si prospetta intensa la giornata di giovedì 15 marzo prossimo, che vedrà impegnate le operatrici  del Centro Disturbi Alimentari di Asst ValtLario, unitamente ai membri dell’associazione Ada onlus (Associazione disturbi alimentari) di Sondrio, nell’iniziativa di sensibilizzazione sul tema dei disturbi alimentari che va sotto il nome di “Giornata del fiocchetto lilla” giunta quest’anno alla VII edizione.

Nell’occasione, dalle 10 alle 16, presso l’atrio di ingresso dell’ospedale di Sondrio, verrà allestito uno sportello informativo sull’argomento presidiato sia dai volontari dell’associazione, che ha la propria sede dentro l’ospedale del capoluogo, al piano terra del corpo di congiunzione fra i padiglioni Nord e Sud, sia dalle operatrici del Centro, collocato al terzo piano del padiglione Sud.

Centro e associazione che, da alcuni anni a questa parte, vanno a braccetto nel condurre le campagne di informazione e divulgazione sul tema e che, da quest’anno, hanno deciso di <rivolgersi alle persone interessate ad una tematica così significativa e impattante, soprattutto sulla fascia giovanile, – spiega Tiziana Bordoni, responsabile del Centro Disturbi Alimentari di Asst ValtLario – con modalità diverse dalle consuete e intervenendo, anche, direttamente nelle scuole>.

Oltre allo sportello informativo, nella mattinata di giovedì 15 marzo, infatti, le operatrici di Asst ValtLario parteciperanno anche all’assemblea organizzata dai rappresentanti di istituto del Liceo Scientifico Donegani di Sondrio, con inizio alle 8 e termine alle 13. Divisa in due sessioni, sarà dedicata  al tema dei disturbi alimentari, e vedrà alternarsi tutte le dottoresse del Centro a partire da Tiziana Bordoni, responsabile, Florinda Pozzi, psichiatra, Sara De Lucchi, psicoterapeuta, Maura Acquistapace, psicoterapeuta e  Tiziana Meglioli, dietista.

Iniziativa, quest’ultima, che si colloca dentro un percorso già avviato dal Centro Disturbi Alimentari con altri istituti di Sondrio, come il Besta e il Fossati, nei quali si sono tenuti due incontri sul tema dei disturbi legati all’immagine corporea e al comportamento alimentare nelle intere mattinate del 26 e 28 febbraio, e che andrà ad interessare, prossimamente, anche la realtà del liceo socio-psico-pedagogico Lena Perpenti di Sondrio ed alcuni istituti scolastici del Bormiese e del Morbegnese.

Ricordiamo che, dalla sua costituzione, avvenuta nel novembre del 2009, a oggi, il Centro per i disturbi del comportamento alimentare di Asst ValtLario ha totalizzato 691 accessi (600 femmine, 91 maschi), di cui 65 lo scorso anno. Di questi ultimi, 15 le diagnosi per anoressia, di cui 9 collocate nella fascia 14-17 anni e una con meno di 13 anni, 9 le diagnosi di bulimia, 11 di disturbo da alimentazione incontrollata e 28 di altri tipi di disordine alimentare.

 

L’ufficio stampa

Asst ValtLario

 

 

Giornata disturbi alimentari

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews