Vittoria sudata e meritata per la Sertori

Tra le mura ghiacciate del Ceri Mari si è giocata ieri una delle partite più sentite del campionato, i valtellinesi sono andati a scontrarsi con i cugini del Lecco, portando a casa una vittoria meritata e sudata.
L’incontro è iniziato subito con un’alta intensità, al 4° la partita era già assestata sul 3 a 3. Al seguito di un attacco prolungato della Sertori nella metà campo avversaria i lariani sono stati costretti a concedere un ulteriore calcio piazzato, trasformato da Colli. La partita è proseguita colpo su colpo, con i sondriesi che spingevano sull’acceleratore ma sciupando un po’ troppo, concedendo agli ospiti varie occasioni di ripartenza. La prima meta è arrivata al 24° con Del Dosso che ha schiacciato la palla oltre la linea di meta dopo una bella azione dei nostri trequarti.
Gli ospiti non si sono però dati per vinti, e dopo aver subito il buon gioco dei valtellinesi per buona parte del primo tempo, allo scadere hanno accorciato le distanze con una meta di mischia, nata da una rimessa laterale.

Nella seconda frazione il Lecco è entrato in campo assai motivato, e con la voglia di ribaltare il risultato. Dopo 7° sono proprio gli ospiti ad andare in meta con la mischia e i valtellinesi costretti a rincorrere. Il vantaggio dei lecchesi dura però poco, perché al 53° Marazzi, al termine di una serie di attacchi lenti, riesce ad andare oltre la linea di meta, riportando i biancazzurri davanti. Nel tempo rimanente la difesa dei valtellinesi si è mostrata ben preparata ed organizzata, riuscendo a non concedere più nessun punto agli avversari, nonostante i vari attacchi nella nostra trequarti.
Dal punto di vista tecnico la partita è stata molto equilibrata, la mischia della Sertori è stata messa in difficoltà da quella degli ospiti, mentre la touche si è dimostrata ancora una volta un’arma vincente dei sondriesi, in grado di recuperare anche vari palloni avversari. Sulla trequarti si è vista finalmente una squadra ben organizzata, sia sulla fase difensiva che
offensiva. Nonostante gli schemi di gioco non siano stati rispettati al meglio i valtellinesi hanno senza dubbio dimostrata un buon livello di gioco e molta determinazione.

Formazione: Di Clemente (46° Capetti), Guizzardi, Zampelli (60° Olivari), M. Schenatti, Colli, Del Dosso, L. Schenatti, Marazzi, Sole, Volonté (55° Rossi), Varisto (46° Rastelli), Moretti, Ciapponi (60° Azzalini), Mantelli, Silvestri (68° Amonini). A disposizione: Spandri.
Marcatori: 2° CP Schenatti, 4° CP Lecco, 11° CP Colli, 24° meta Del Dosso trasformata Schenatti, 40° meta Lecco; 47° meta Lecco, 53° meta Marazzi trasformata Schenatti

Risultati: Piacenza – Amatori Alghero 39-49; Amatori Capoterra – Lumezzane 15-0; Cus Milano – Edilnol Biella Rugby 13-11; Sondrio – Lecco 20-15; Bergamo – Amatori & Union Milano 8-18; Novara – Monferrato 6-38.
Classifica: Monferrato punti 30; Amatori Alghero 29; Edilnol Biella Rugby 27; Cus Milano 23; Piacenza 18; Lumezzane, Amatori Capoterra e Sondrio 16; Amatori & Union Milano 13; Lecco e Amatori Novara 10; Bergamo 1.

 

 

Pietro Ciapponi

 

 

sondrio

 

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews