L’attività 2017 per i Vigili del Fuoco

Presentata la relazione relativa all’attività istituzionale svolta dal Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco dall’1/01/2017 al 30/11/2017, che fornisce preziose informazioni sulla fondamentale opera di prevenzione, manutenzione e di pronto intervento. Balza all’occhio anche l’intensa attività di perfezionamento che ha riguardato gli addetti ai lavori: 240 unità hanno frequentato Corsi e Seminari di aggiornamento presso la Sede Centrale, mentre 53 unità hanno acquisito nuove specializzazioni (DOS, cinofili, sommozzatori, Capi Reparto) presso poli didattici regionali e nazionali.

“Il numero complessivo delle schede d’intervento compilate al 30 novembre 2017 è pari a 3549, con una proiezione al 31 dicembre 2017 pari a 3878. Il dato si colloca molto al di sopra del valore medio calcolato nel periodo temporale 2000-2017, discostandosi dal trend consolidatosi a partire dall’anno 2012, con la sola eccezione dell’anno 2013, che ha visto una diminuzione degli interventi di soccorso. Il dato è in linea con gli interventi svolti nei primi anni del 2000.

Il numero maggiore degli interventi viene svolto dalla sede Centrale, seguita dai Distaccamenti permanenti di Morbegno e Mese, in linea con il passato. I Distaccamenti volontari di Livigno, Campodolcino e Chiesa guidano per numero d’interventi i 14 distaccamenti volontari, che, complessivamente, svolgono circa il 10% degli interventi complessivi.

Da sottolineare comunque l’importanza strategica delle sedi volontarie più periferiche, Campodolcino – Madesimo, e Livigno-Aprica, che costituiscono presidi fondamentali per assicurare un immediato ed efficace intervento di soccorso tecnico urgente, stante le sensibili distanze delle sedi permanenti più vicine

L’intervento congiunto delle sedi permanenti e volontarie consente di rispondere con immediatezza a tutte le richieste di soccorso che pervengono dal territorio provinciale. Importanti le componenti costituite dai raggruppamenti Grosio-Grosotto nel comprensorio di Tirano, e Tresivio – Ponte nel comprensorio di Sondrio.

L’analisi evidenzia una ulteriore diminuzione degli incendi tetto connessi a malfunzionamenti di camini e canne fumarie, frutto delle campagne informative e di sensibilizzazione svolte negli anni scorsi.”

 

Sala Operativa Vigili del Fuoco di Sondrio

 

 

presentazione-s-barbara-2017

 

 

vvff

 

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews