“D’acqua e di terra: memorie di un’alluvione”

Con le immagini della mostra “La furia dell’acqua”, esposte open air in Piazza Basilica durante l’estate,
Tirano ha voluto ricordare i tragici giorni dell’alluvione del luglio 1987, quando le acque dei fiumi Adda e
Poschiavino cambiarono per sempre il territorio e le persone che lo abitavano.
Il programma “La Furia dell’Acqua: a 30 anni dall’alluvione in Valtellina” promosso dall’Assessorato alla Cultura e al Turismo, in collaborazione con il Consorzio Turistico del Terziere Superiore e con il contributo della Comunità Montana Valtellina di Tirano prosegue nell’opera di mantenimento della memoria storica collettiva con un altro evento.
Venerdì 6 ottobre 2017 alle ore 21.00 (in replica sabato 7 mattina per le Scuole), presso l’Auditorium
Trombini di Tirano, il gruppo di lettori dell’Associazione “Ad Alta Voce” presenta “D’acqua e di terra:
memorie di un’alluvione” per la regia di Roberta De Devitiis e con testi curati da Ennio Emanuele
Galanga.
Si tratta di un spettacolo-lettura fatto di suoni, rumori, immagini, voci poetiche e parole che si mescolano e si rincorrono per narrare l’incalzare degli eventi.
L’intento è quello di ricostruire quei giorni nella loro successione temporale attraverso le testimonianze
dei tecnici, dei politici, dei giornalisti e della gente comune: una storia collettiva di ricordi e di emozioni
profonde che possa generare nei più giovani, e non solo, la capacità di una presa di coscienza e di una
forte risposta collettiva alla fragilità del territorio che occupiamo e del quale siamo tutti responsabili.
Voci narranti:
Glauco Bacchiocchi
Roberta Cusini
Michela Gianoli
Fabio Panighetti
Laura Saligari
Vilma Tognini
Testi a cura di Ennio Emanuele Galanga
Regia di Roberta De Devitiis
Sonorizzazioni di Andrea Murada

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews