Forse pochi lo sapranno e molti non vi danno il giusto peso, ma Bormio e il Palaghiaccio in particolare sono da decenni la meta fissa di parecchie formazioni nazionali e internazionali di pattinaggio su ghiaccio; non parliamo solo dello short track, in cui la società di casa “Bormio Ghiaccio” è leader in Italia ed eccelle da anni con la sua scuola di prim’ordine…parliamo anche del pattinaggio artistico o di figura, una specialità che in Valtellina viene praticata solo a Chiavenna. La qualità nella preparazione del ghiaccio e l’organizzazione che ruota intorno alla struttura di via Manzoni ha consentito a Bormio di crearsi, col tempo, una solida ed affezionata clientela costituita sia da squadre nazionali sia provinciali, di diverso livello e preparazione. Atleti e tecnici hanno trovato nel Palaghiaccio un ambiente ideale dove allenarsi durante l’estate, in preparazione alle prove ufficiali previste dalle rispettive federazioni nei mesi autunnali e invernali. A titolo indicativo quest’anno, nel solo mese di luglio la struttura ha ospitato la nazionale ungherese e quella italiana di short track a squadre, la Precision Skating di Sesto San Giovanni specializzata nel pattinaggio sincronizzato (pluricampionesse italiane che rappresentano l’Italia nelle competizioni di livello mondiale) e la GGR di Como che opera nel settore del pattinaggio di figura. Anche i numeri non sono irrisori, con una certa ricaduta sul comparto alberghiero: tra atleti e accompagnatori si sono contate circa 25 persone per la nazionale ungherese, 15 per la nazionale italiana, 30 per la società comasca e addirittura 65 per quella sestese, che si sono fermate a Bormio e dintorni per più giorni se non addirittura per settimane. La società di Sesto San Giovanni, poi, merita qualche parola in più poiché vanta una frequentazione ormai decennale del Bormiese: basti pensare che il tecnico Andrea Gilardi lavora sul Palaghiaccio bormino ininterrottamente dal 1993 e vi resta per circa un mese alternandosi con diversi gruppi di atlete! Il Palaghiaccio di Bormio, attualmente in gestione a Bormio Servizi, viene chiuso solitamente in aprile subito dopo le vacanze pasquali e riaperto a fine giugno sia per i fruitori delle discipline sopra accennate sia per tutti gli appassionati che – in orario serale – desiderano cimentarsi e divertirsi sui pattini con le lame.

 

Maiolanna

 

dsc_8154 dsc_8157 dsc_8158 dsc_8162 dsc_8163 dsc_8165 dsc_8166 dsc_8170 dsc_8171 dsc_8172 dsc_8175 dsc_8179

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews