Sette progetti per iniziare l’anno della cultura in Regione Lombardia

“Gli esiti di questo bando rappresentano la prima concreta attuazione della legge regionale di riordino della Cultura, che riconosce ufficialmente la lingua lombarda. Una normativa molto attesa, di fondamentale rilevanza dal punto di vista delle nostre politiche culturali identitarie. E’ un progetto importante, un bando a sportello con un finanziamento di 150.000 euro assegnati a sette iniziative, tutte di grande spessore e che riguardano diversi territori lombardi”.
E’ il commento dell’assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia Cristina Cappellini oggi intervenuta in conferenza stampa a Palazzo Pirelli per presentare i sette progetti di ‘promozione della lingua lombarda attraverso le sue varietà locali’.

RISPOSTA SIGNIFICATIVA A BANDO – “Sono molto soddisfatta perché c’è stata una risposta molto significativa – ha aggiunto l’assessore Cappellini – e devo ammettere che non poteva esserci un inizio migliore per l’Anno della Cultura in Lombardia. E’ una misura che ha funzionato e che certamente riproporremo per il 2018”.
FARE RETE – “L’elemento che qualifica questa serie di progetti – ha spiegato l’assessore Cappellini – è la capacità dei territori, dei Comuni, delle associazioni, di fare rete e valorizzare l’eredità immateriale delle comunità. Alcuni progetti si sono concentrati più sulla musica, sulla canzone folk in particolare, sulla scia di Davide Van de Sfroos, promuovendo tanti artisti lombardi, altri progetti hanno fatto approfondimenti con un taglio più specifico che coinvolge aspetti storici, scientifici e di ricerca, anche a livello multimediale”.
REQUISITI DEI PROGETTI – Tra le caratteristiche che i progetti presentati dovevano avere per accedere ai contributi: l’essere strutturati con format replicabili in altri contesti, prevedere un monitoraggio dei risultati e chiudersi entro l’anno.

Ecco, in dettaglio i sette progetti e i contributi regionali ricevuti.

  • PROVINCIA DI BERGAMO – 1. Primo festival della Nuova Canzone in Lingua Lombarda di Spirano (Bergam) – Spettacoli di canzoni in lingua lombarda con nuove composizioni anche a carattere natalizio proposto dal Comune di Spirano. L’iniziativa prevede anche il Festival della lingua lombarda che coinvolgerà tutte le province. In precedenza, il Comune ha già realizzato pubblicazioni per bambini come il dizionario lingua lombarda-italiano. Il progetto ha un costo di 43.750 euro, di cui 35.000 sono coperti dal contributo regionale.
  • PROVINCIA DI BRESCIA – 2. Brigancc söl Lac – Festival storico, linguistico locale, musicale e archeo-ricostruttivo del XVII secolo bresciano. Prevede conferenze, letture, concerti a Crone (frazione di Idro/Bs), nei giorni 21, 22 e 23, luglio. Promossa dall’Associazione Historia Viva, l’iniziativa è patrocinata da Provincia di Brescia, Comunità Montana della Valle Sabbia e dal Comune di Idro che nello specifico concorre alla realizzazione dell’evento consentendo gratuitamente l’utilizzo di area feste, palco e tensostruttura. Il costo del progetto è di 13.500 euro, di cui 10.800 sono il contributo regionale.
  • 3. Narrare i borghi – Interviste, raccolta di testimonianze, rielaborazione drammaturgica, spettacoli ricavati dai testi rivisitati a Gardone Val Trompia, Marcheno e Sarezzo (BS). Il progetto è promosso dall’ Associazione TeatroTerrediconfine di Sarezzo e comporta costi per 26.250 euro di cui 21.000 coperti dal contributo regionale.
  • PROVINCIA DI COMO – 4. Barni (Como): un paese (lombardo) in posa, ritratto linguistico di una comunità – Percorso linguistico-culturale di 40 postazioni fotografiche nei luoghi e vie del paese, con un convegno sul canto popolare in collaborazione con la Rete italiana di cultura popolare e la lettura su Twitter di lemmi dialettali. Il progetto è stato proposto dall’associazione culturale della Comunità Barni e comporta costi per 32.000 euro, di 17.000 sono il contributo regionale.
  • 5. Te se ricordet i temp indree – Corso di dialetto rivolto ai bambini della IV e V elementare della scuola primaria, cui si accompagnano un concorso letterario dialettale e la rassegna teatrale dialettale proposta dall’associazione ‘I Scusaritt’ (il grembiulino) di Binago (Como). Coinvolti anche i comuni di Olgiate Comasco e Valmorea. In attuazione della prima parte del progetto, è in fase di stampa la grammatica della lingua lombarda per poter insegnare ai bambini il dialetto.
    La seconda fase prevede il concorso dialettale per opere inedite, poesie e racconti brevi (selezionati avvalendosi della collaborazione della Famiglia Comasca) la cui premiazione è in
    programma l’8 dicembre in occasione della ‘Festa del ringraziamento’. La terza articolazione dell’iniziativa propone Poi teatro dialettale giunta a terza edizione. Sarà anche realizzato un calendario in cui sono presentate fotografie di cortili com’erano 50 anni fa e come sono adesso, in cui per ogni mese dell’anno sara’ riportato un proverbio in dialetto. Dall’anno prossimo saranno inseriti nel calendario, per ogni mese, poesie e racconti premiati in occasione del
    concorso dialettale. Il costo del progetto e’ di 15.000 euro, di cui euro 12.000 sono
    coperti dal contributo regionale.
  • MILANO – 6. www.lingualombarda.it – Creazione di una biblioteca digitale sul sito internet interamente dedicato alla produzione letteraria in lingua lombarda. Presentato da Circolo Filologico Milanese, la più antica associazione culturale di Milano e tra le prime in Italia, ha l’obiettivo di descrivere la lingua lombarda, circoscriverla e promuoverla, in modo sia crescente il numero delle persone che vi si interessano. All’interno dell’immensa biblioteca digitale saranno inseriti testi in lingua lombarda seguendo le articolazioni canoniche della letteratura: teatro, narrativa, canzoni, con un aspetto di particolare attenzione ai dizionari ma anche alla cucina e alla toponomastica. Il costo del progetto e’ di 34.631 euro di cui 27.700 sono il contributo regionale.
  • PROVINCIA DI MILANO – 7. Cantar di maggio/canta’ de magg – Rassegna co-organizzata dall’Associazione Culturale Radici, in partnership con i comuni di Cologno Monzese, Inzago e San Giuliano Milanese, in provincia di Milano. Hanno proposto eventi di animazione, musica e incontri culturali legati alla lingua, cultura, enogastronomia della Regione Lombardia. L’iniziativa ha avuto un costo di 33.139 euro di cui 26.500 sono stati coperti dal contributo regionale.
  • arn – (Lnews)

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews