Identità ed innovazione: confronto aperto per costruire il futuro della montagna

Alla VII tavola rotonda di lunedì 19 gennaio 2017, l’amministrazione comunale di Bormio ha finalmente… scoperto le carte. L’assessore Cinzia Sertorelli e i consiglieri Stefano Bedognè e Stefano Della Valle, protagonisti di questa iniziativa avviata ormai dal settembre dello scorso anno, hanno tirato fuori dal cilindro una proposta nuova e importante per approfondire da un punto di vista costruttivo alcune delle grandi tematiche attorno alle quali ruota la nostra piccola-grande realtà. L’idea di base, sulla quale stavano lavorando da più mesi, era di offrire ai cittadini di tutto il Comprensorio una possibilità di riflessione, di crescita e di stimolo per guardare avanti e affrontare le nuove sfide legate al cambiamento che investe l’ambiente montano (basti pensare al dibattito apertosi in questi anni sulla crisi del turismo invernale legato allo sci). Ecco quindi l’idea raccordarsi con la SEV (Società Economica Valtellinese) per elaborare una serie di incontri all’interno dei quali far convergere le professionalità e le esperienze. A presentarlo l’ing. Benedetto Abbiati, presidente del consiglio direttivo SEV, e Maria Chiara Cattaneo membro del comitato scientifico SEV. In apertura, una doverosa premessa sulla storia della SEV e sulla sua più che ventennale attività.
La Società Economia Valtellinese si è ufficialmente costituita nel 1993, ma è nata all’indomani dell’alluvione del 1987 grazie ad una serie di attività e studi messi in moto dal prof. Alberto Quadrio Curzio, imperniati sui temi dell’identità culturale e territoriale e sulla necessità di un rinnovamento del pensiero legato alla montagna. A tutt’oggi le pubblicazioni, le indagini e i convegni della SEV consentono di meglio comprendere le dinamiche legate alla montagna e possono contribuire fattivamente a individuare nuovi percorsi di crescita per tutti i territori alpini. In quest’ottica si inserisce la collaborazione con il comune di Bormio, che vuol essere un primo passo verso una visione condivisa del comprensorio e delle sue problematiche.
Il tema di questo VII incontro, cioè “Identità e Innovazione”, richiama due elementi strettamente connessi tra di loro e vitali per il futuro della montagna: l’identità come fattore essenzialmente legato al territorio e alle tradizioni, l’innovazione come la condizione che ci porta a guardare avanti e a vedere in prospettiva. La sfida da raccogliere è quella di restare fedeli alla propria identità, ma in modo dinamico e quindi accogliendo i cambiamenti e – se possibile – facendoli diventare un punto di forza e non di disgregazione. A partire da questo obiettivo la SEV, in accordo con l’amministrazione comunale di Bormio, organizzerà un ciclo di appuntamento per favorire la crescita consapevole anzitutto dei cittadini, che sono i primi operatori sul territorio; il percorso si articolerà in 10 incontri formativi (uno al mese, da settembre a giugno) all’interno dei quali far confluire sia l’esperienza dei professionisti, sia l’esperienza dei cittadini, in una logica di apertura, di confronto e di scambio che possa essere proficua per la nascita di nuove idee. Dalle riflessioni scaturite in questi incontri potrà originarsi un “concorso di idee” che sia di stimolo per lo sviluppo del territorio.
Bedogné-Della Valle-Sertorelli hanno pensato di offrire ai cittadini e agli operatori di tutto il Comprensorio uno strumento che possa aiutare a meglio comprendere l’evoluzione prossima e futura della montagna e soprattutto che possa fornire qualche spunto per operare al meglio nei nuovi scenari che il futuro ci prospetta. Questi dieci incontri non vogliono essere una discussione sterile sul fenomeno “montagna”, bensì un momento di approfondimento e di ricerca da parte di tutti e con il contributo di tutti perché la riflessione sul turismo deve essere la più ampia possibile e perché bisogna ragionare in termini di comprensorio alpino. Per questo motivo viene data a tutti l’opportunità di parteciparvi in prima persona, mettendo in gioco la propria curiosità e le proprie competenze. Quali saranno, dunque, i temi trattati nel corso di questi incontri? Si va dalla mobilità al welfare, dal cambiamento climatico alla biodiversità, dalla finanza locale al turismo e all’ambiente…tutti argomenti che ci toccano da vicino e sui quali si potrà ragionare più efficacemente per affrontare le nuove sfide, perché il cambiamento c’è e sarà inevitabile, bisogna solo decidere se vogliamo affrontarlo e coglierne le opportunità, oppure subirlo.
Ai cittadini viene rivolto un appello affinché non si lascino sfuggire questa occasione: il futuro si costruisce con tutti ed è necessario che ciascuno dia il suo contributo per “governare insieme il cambiamento”, per dare la direzione ma soprattutto per essere consapevoli di quel che ci accade. I cittadini, insomma, sono la chiave di volta per poter affrontare il cambiamento in modo più efficace, a partire dalla loro partecipazione in prima persona alla vita della comunità.

Le iscrizioni agli incontri (costo € 50, gratuito per gli studenti) saranno aperte sino al 31 agosto 2017. Maggiori informazioni presso l’Assessorato al Turismo del comune di Bormio, che a breve distribuirà una brochure con tutte le informazioni utili. A luglio, inoltre, verrà proposta una serata propedeutica da parte del prof. Alberto Quadrio Curzio, durante la quale si daranno ulteriori ragguagli sull’iniziativa.

Anna © Lanfranchi

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews