Tossicodipendenze: vertice in Prefettura a Sondrio tra istituzioni e forze dell’ordine

Lunedì 12 giugno 2017 il Prefetto di Sondrio, Giuseppe Mario Scalia, ha presieduto un incontro in Prefettura in tema di tossicodipendenza, cui hanno partecipato il Procuratore della Repubblica, la rappresentante della Direzione Generale Welfare della Regione Lombardia, i vertici delle Forze dell’Ordine, i rappresentanti dell’Ufficio Scolastico Provinciale e di alcuni Istituti scolastici provinciali, dell’A.S.S.T., dell’ATS Montagna, della Consulta degli Studenti, il dott. Claudio Marcassoli, l’Assistente Sociale delle Prefettura, i rappresentanti delle Associazioni e Comunità che operano nel settore, delle Associazioni Sindacali CGIL e CISL.
Nel corso dell’incontro è stata data comunicazione dell’esistenza di un Protocollo regionale tra Regione Lombardia, Prefettura di Milano e l’Ufficio Scolastico Regionale, che disciplina la piena applicazione in ambito scolastico del Testo Unico delle leggi in materia di tossicodipendenza (D.P.R. 309/90).
In tutti gli interventi è stata pienamente condivisa la necessità di un rafforzamento delle misure di prevenzione e di una maggiore sensibilizzazione di tutte le componenti interessate al fenomeno e sulla necessità di un’opera di comunicazione e di informazione per contrastare il dilagare di devianze mediatiche, che tendono ad accreditare tesi che di fatto minimizzano rischi e pericoli connessi all’assunzione di sostanze stupefacenti.
Sulla base del Protocollo Regionale si è condivisa l’esigenza di costituire a breve, e comunque a far data del prossimo anno scolastico, di un gruppo di lavoro, nel quale coinvolgere la Consulta degli Studenti, forme associative dei genitori, Docenti e Dirigenti Scolastici, l’ATS Montagna, le Forze dell’Ordine ed altri esperti del settore. Finalità di esso di porre al centro una corresponsabilità di tutti i soggetti e le componenti interessate e di individuare le azioni più opportune nonché le modalità operative ritenute più efficaci per fronteggiare un fenomeno da affrontare anche e soprattutto sotto l’aspetto culturale, che verrò tradotto in un protocollo nel solco di quello regionale.

Commenti

commenti

Riproduzione © riservata - AltaReziaNews